Terre del Sole Zerilli inserita nella prestigiosa rivista Bibenda

In Bibenda 2017 appaiono alcuni dei nomi più noti del vino siciliano. Terre del Sole entra quest’anno e lo fa in grande stile guadagnandosi una valutazione di ben 4 Grappoli su 5 per il suo Nero D’Avola

Petrosino – L’azienda vitivinicola Terre del Sole Zerilli entra tra i big dell’enologia italiana. Per la prima volta l’azienda petrosilena è stato inserita nella guida Bibenda, la nota pubblicazione realizzata ogni anno, da ben 19 anni, dalla Fondazione Italiana Sommelier che raccoglie e recensisce i migliori vini italiani. Punto di riferimento per tutti gli appassionati e gli esperti del settore e del mondo della ristorazione, Bibenda 2017 è disponibile sia in versione cartacea che digitale, contiene tutte le informazioni basilari delle aziende censite e le descrizioni delle degustazioni, fatte secondo il metodo della Fondazione Italiana Sommelier.

In Bibenda 2017 appaiono alcuni dei nomi più noti del vino siciliano. Terre del Sole entra quest’anno e lo fa in grande stile guadagnandosi una valutazione di ben 4 Grappoli su 5 per il suo Nero D’Avola. “Vini ben fatti in cui si apprezza anche la buona qualità a prezzi davvero competitivi – si legge nella guida a proposito dei vini Terre del Sole Zerilli – Vivace freschezza è offerta dal Terre del Sole Grillo 2014, mentre un bel carattere e una buona struttura mostra il Terre del Sole Nero d’Avola 2014”.

L’azienda Terre del Sole Zerilli affonda le sue radici nei primi del ‘900 e ha trascorso tutto questo secolo tramandando la tradizione di famiglia da padre in figlio. Dal 2013, dopo una lunga riflessione, grazie anche alla collaborazione del giovane Leonardo Zerilli, ha preso vita il sogno di realizzare le prime bottiglie a marchio, battezzate in “Terre del Sole Zerilli”.

Oggi l’azienda produce 25.000 bottiglie e si dedica anche alla produzione biologica. Tra i prodotti di punta proprio il Nero D’Avola, il Grillo, il Mariangela Bianco e il Mariangela Rosso. L’azienda ricade nel Comune di Petrosino, nota proprio per la sua vocazione vitivinicola.

“Per noi è un onore essere stati inseriti in una guida così prestigiosa – commenta Leonardo Zerilli – Ci gratifica e ci spinge ad andare avanti, sempre più convinti del valore e delle potenzialità del vino siciliano, così speciale perché baciato dal sole”.

terredelsole-bibenda

views:
730
ftf_open_type:
kia_subtitle:
In Bibenda 2017 appaiono alcuni dei nomi più noti del vino siciliano. Terre del Sole entra quest’anno e lo fa in grande stile guadagnandosi una valutazione di ben 4 Grappoli su 5 per il suo Nero D’Avola
Banner 468 x 60 px
MarsalaLive