Marsala, “Aggredì Patrizia Paganelli a colpi di spranga”: condanna confermata a Francesco Lo Grasso

"Vorrei ringraziare chi mi ha aiutata a restare in vita, tutti i cittadini che mi sono stati vicino con la piena e totale solidarietà"

Marsala – La Corte d’appello di Palermo ha confermato la condanna a 8 anni di carcere inflitta (lo scorso 5 aprile) dal gup di Marsala Annalisa Amato a Francesco Lo Grasso (70 anni), processato per tentativo di omicidio in danno della giornalista Patrizia Paganelli.

Il 3 agosto 2015, per questioni legate, pare, a rapporti di vicinato, l’uomo colpì ripetutamente la donna alla testa con una spranga, provocandole ferite che i medici del pronto soccorso dell’ospedale di Marsala giudicarono guaribili in 30 giorni. Alla base della violenta aggressione, avvenuta in contrada Berbaro, vi fu una disputa che probabilmente si trascinava da tempo, sul diritto a parcheggiare l’auto in uno spiazzo comune accanto le rispettive abitazioni. Dopo l’aggressione, Lo Grasso fu posto agli arresti domiciliari dai carabinieri in un’abitazione diversa dalla sua.

Il 5 aprile di quest’anno Patrizia Paganelli ci ha rilasciato una breve dichiarazione: “Poche parole dopo la sentenza con la condanna all’aggressore. Sono felice, perché per me, che credo fortemente nelle istituzioni, nella verità e nella giustizia, questa sentenza è un dono. Io non nutro rancore per l’aggressore, e gli auguro di redimersi nella legalità e nell’amore come il bene più prezioso. Vorrei ringraziare chi mi ha aiutata a restare in vita, tutti i cittadini che mi sono stati vicino con la piena e totale solidarietà. Ringrazio i miei carabinieri, i miei figli, mio marito, i miei legali, Dio che ha illuminato tutti. Ma il ringraziamento più grande lo voglio dare a mia nipote Lisa, che è stata in quei terribili attimi la forza e la volontà di restare viva per continuare a crescerla con tutto il mio amore di nonna innamorata. Voglio dedicare questo che per me è un grande giorno a chi più di ogni altro sento vibrare di luce divina, il grande magistrato Rosario Livatino, beato tra i beati”.

views:
6065
ftf_open_type:
kia_subtitle:
"Vorrei ringraziare chi mi ha aiutata a restare in vita, tutti i cittadini che mi sono stati vicino con la piena e totale solidarietà"

Polls

Qual è il tormentone dell'estate 2017?

Vedi Risultati

Loading ... Loading ...
MarsalaLive