Incidente mortale a Marsala: pirata della strada uccide un giovane in bicicletta

L'automobilista non si è fermato a prestare soccorso e si è data alla fuga. Il pirata rischia fino a 12 anni di carcere e la revoca della patente di guida per 30 anni

Marsala – Incidente stradale mortale a Marsala ieri sera, mercoledì 14 dicembre, intorno alle ore 22. Precisamente sulla via Trapani, nel tratto stradale vicino l’Istituto Tecnico Commerciale, vicino l’ex concessionaria Opel e il supermercato Penny. Un giovane, la cui identità non è ancora nota, è stato investito da un’automobile mentre stava percorrendo la carreggiata in sella ad una bicicletta. L’automobilista non si è fermato a prestare soccorso e si è data alla fuga.

La morte del ragazzo (non identificato perché senza documenti) è stata quasi immediata a seguito della sua caduta di testa sul marciapiedi adiacente la strada. Il giovane è stato investito da dietro, da un’auto che andava quasi sicuramente a velocità sostenuta. Ad avvertire il 118 è stato un automobilista che transitava in zona dopo l’incidente. I medici però non hanno fatto altro che constatare il decesso del giovane. Sul posto sono intervenuti Polizia, Carabinieri e i Vigili del fuoco di Marsala. I soccorsi sono durati circa un’ora.

Il cadavere è all’obitorio dell’ospedale “Paolo Borsellino” di Marsala. Sulla vicenda indaga il Commissariato di Pubblica Sicurezza di Marsala che sta ricostruendo l’incidente anche nel tentativo di risalire al pirata della strada per il quale pende il reato di omicidio stradale e omissione di soccorso. Essendo scappato rischia fino a 12 anni di carcere e la revoca della patente di guida per 30 anni.

views:
15510
ftf_open_type:
kia_subtitle:
L'automobilista non si è fermato a prestare soccorso e si è data alla fuga. Il pirata rischia fino a 12 anni di carcere e la revoca della patente di guida per 30 anni
Banner 468 x 60 px
MarsalaLive