Sanità, Gucciardi: “Sicilia settima nel programma Nazionale Esiti 2016”

"Si tratta di un risultato eclatante che dà un’ulteriore conferma dei progressi dello nostro servizio sanitario regionale"

La Regione Siciliana ha fatto grossi passi avanti nel campo dell’assistenza sanitaria ospedaliera. La conferma arriva dal Piano Nazionale Esiti 2016, appena presentato dal ministero della Salute e dall’Agenas, l’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali, nel quale la Sicilia è la prima regione del Sud.

Con il nuovo sistema di valutazione “Treemap”, che misura la qualità delle aziende ospedaliere, queste vengono valutate sia sulla base dei risultati ottenuti per ciascuno degli indicatori del piano, sia sulla base di un’analisi sintetica per area clinica.

Questi i dati: le Regioni italiane con più strutture (tra il 30 e il 50%) che riportano il livello di qualità elevato sono la Lombardia, la Valle d’Aosta, la provincia di Bolzano e il Friuli Venezia Giulia. Seguono Toscana, provincia di Trento e Sicilia che hanno tra il 15 e il 30% di strutture di livello di qualità elevato.

“Si tratta di un risultato eclatante – commenta l’assessore regionale alla Salute Baldo Gucciardi –che dà un’ulteriore conferma dei progressi dello nostro servizio sanitario regionale. Siamo sulla stessa fascia della Toscana e davanti a regioni come Emilia Romagna, Veneto e Piemonte, tradizionalmente considerate con una qualità ospedaliera di primo livello. Un riconoscimento – ha concluso Gucciardi – che si aggiunge al balzo avanti che ha portato la Sicilia dal penultimo al nono posto tra le Regioni per i Lea, i livelli essenziali di assistenza”.

Per il direttore generale dell’ASP di Trapani Fabrizio De Nicola , “già i dati della riduzione della mobilità extra regionale avevano dato un segnale di come la nostra assistenza ospedaliera sia percepita in crescita anche dai nostri cittadini. La certificazione di Agenas ne è il sugello”.

views:
635
ftf_open_type:
kia_subtitle:
"Si tratta di un risultato eclatante che dà un’ulteriore conferma dei progressi dello nostro servizio sanitario regionale"
MarsalaLive