Ordinanza dei sindaci Pagoto e Castiglione contro i botti di Capodanno

"Il provvedimento è volto a tutelare la quiete pubblica e soprattutto l’incolumità delle persone e degli animali"

Con un’apposita ordinanza sindacale, il primo cittadino Giuseppe Pagoto vieta anche nel territorio egadino i tradizionali botti di Capodanno. L’ordinanza stabilisce “il divieto assoluto di accendere, lanciare e sparare materiali pirotecnici e similari su piazze vie e aree pubbliche, in tutto il territorio comunale, dal 30 dicembre 2016 al 6 gennaio 2017. Fermo restando l’applicazione delle sanzioni penali ed amministrative previste da leggi e regolamenti, la violazione dell’ordinanza comporta l’applicazione di una sanzione amministrativa pecuniaria da Euro 25,00 a Euro 500,00 ai sensi dell’art. 7 bis del D.Legge n. 267/2000″. Il provvedimento è volto a tutelare la quiete pubblica e soprattutto l’incolumità delle persone e degli animali.

Botti, fuochi d’artificio e petardi vietati a Capodanno a Campobello di Mazara. Il sindaco Giuseppe Castiglione, ieri, ha infatti emanato un’ordinanza (n. 116 del 29.12.2016) al fine di vietare, sino al 6 gennaio prossimo, su tutto il territorio comunale, di accendere, lanciare e sparare fuochi d’artificio, mortaretti, petardi e oggetti simili in luoghi coperti o scoperti, pubblici o privati, nonché negli spazi pubblici quali parchi, piazze e strade transitabili da persone. Il provvedimento, che ha l’obiettivo di tutelare la pubblica incolumità e la sicurezza urbana, oltre che quello di evitare disagi alle persone e agli animali, impone altresì il divieto di raccogliere eventuali oggetti inesplosi e di affidare a soggetti minorenni prodotti che richiedano una certa perizia nel loro utilizzo, comportando situazioni di pericolo in caso di utilizzo maldestro. La violazione delle prescrizioni impartite dall’ordinanza, fatta salva l’eventuale rilevanza penale dell’illecito, comporterà l’applicazione di sanzioni amministrative d’importo compreso tra 25 e 500 euro.

views:
562
ftf_open_type:
kia_subtitle:
"Il provvedimento è volto a tutelare la quiete pubblica e soprattutto l’incolumità delle persone e degli animali"
Banner 468 x 60 px
MarsalaLive