Non ce l’ha fatta Giovanni Salerno, il funzionario del Comune che si era sparato

Il 60enne era in gravissime condizioni da mercoledì 28 dicembre. Ha tentato di togliersi la vita negli uffici comunali del quartiere di Strasatti

Marsala – Non ce l’ha fatta Giovanni Salerno, è morto questa sera a Palermo. Mercoledì 29 dicembre, il funzionario del Comune di Marsala di 60 anni, ha tentato di togliersi la vita sparandosi con una pistola all’interno dell’Ufficio Anagrafe di Strasatti (nei locali dell’ex scuola Mirabella), dove c’è anche la Guardia medica e la sede distaccata dei Vigili urbani. L’uomo, conosciuto da tutti, si trovava da oltre una settimana in coma al “Civico” di Palermo.

Ad ufficio chiuso, il 60enne è entrato nell’edificio, con le chiavi che ha in possesso (essendo il responsabile dell’ufficio Anagrafe distaccato), ha percorso una rampa di scale, e su un ballatoio si è sparato alla tempia con una pistola. Intorno alle ore 20.00, appena preso servizio, il dottore della Guardia medica (a piano terra), ha avvertito dei mormorii che provenivano dal piano superiore e si è precipitato sul posto. Vista la gravità del fatto, si sono recati sul posto ambulanza e Carabinieri. Non sono note le cause che hanno spinto l’uomo a compiere un simile atto. Sgomento tra la cittadinanza e tra i colleghi dipendenti. Sembra che il Salerno abbia lasciato due lettere scritte e sigillate.

Dalla redazione di Marsala Live le più sentite condoglianze ai familiari di Giovanni Salerno.

views:
15039
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Il 60enne era in gravissime condizioni da mercoledì 28 dicembre. Ha tentato di togliersi la vita negli uffici comunali del quartiere di Strasatti
Banner 468 x 60 px
MarsalaLive