Marsala, sequestro area demaniale a Sappusi

Le risultanze delle indagini sono state inoltrate alla locale Procura della Repubblica che coordinerà il loro prosieguo

Marsala – Nel corso di una serie d’indagini condotte dalla Guardia Costiera di Marsala nelle ultime settimane, finalizzate a reprimere condotte che violino le norme attinenti l’utilizzo del pubblico demanio marittimo, i militari dell’Ufficio Circondariale Marittimo, hanno posto sotto sequestro un’area di diretto accesso ad una zona di mare in località Sappusi.

Le violazioni rilevate riguardano, tra le altre, la distruzione ed il deturpamento di bellezze naturali, avendo individuato una zona di arenile interessata da escavo del fondale, probabilmente finalizzato a un più agevole avvicinamento allacosta di unità di medie dimensioni. Le risultanze delle indagini sono state inoltrate alla locale Procura della Repubblica che coordinerà il loro prosieguo.

La Guardia Costiera Italiana conduce ogni anno numerose indagini a tutela del pubblico demanio marittimo ed in realtà come Marsala, dove gran parte del litorale è soggetto a numerosi vincoli di carattere paesaggistico, con vaste aree soggette alla speciale protezione dell’Autorità, l’attenzione è sempre più alta.

views:
2380
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Le risultanze delle indagini sono state inoltrate alla locale Procura della Repubblica che coordinerà il loro prosieguo
MarsalaLive