Una vittoria della Sigel Marsala che spalanca scenari a largo respiro

Sigel Marsala-Givola Scafati 3-0 - Una vittoria importante quella di ieri, ottenuta ai danni di una buona Givova Scafati

Marsala – Signore e signori, ecco il gruppo. Semmai qualcuno avesse avuto l’ardore di nutrire un solo dubbio sulla coesione che questo manipolo di ragazze è riuscito ad assemblare, eccolo servito. Una vittoria importante quella di ieri, ottenuta ai danni di una buona Givova Scafati. Una vittoria che spalanca scenari a largo respiro. Impregnati dal profumo del successo. Visto che al giro di boa restano immutati i distacchi dalla vetta. Immutati, ma soprattutto tutt’altro che incolmabili. Una vittoria che segue a ruota quella fortemente voluta di Altino, confermando le giuste sensazioni di riscossa e tutti i significati dalla stessa assunti.

Ieri sera, in un PalaBellina tornato a essere finalmente una piccola bolgia, sostenute da un tifo continuo e assordante, le azzurre di Ciccio Campisi hanno dato l’anima per non mortificare le attese. E per far capire, a chi poteva anche non crederci, che ogni avversario dovrà fare i conti con loro prima di cantare vittoria. La concentrazione con cui la squadra è scesa in campo traspirava subito dai pori delle atlete e si spandeva all’interno dell’impianto, miscelandosi al freddo e arrivando immediatamente al cuore di quanti hanno assistito alla gara. Fugando così ogni senso di prematura resa. Non c’è stato nulla da fare, abbiamo detto, per un avversario arrivato a Marsala con l’innesto pesante della top-player Elisa Manzano. Ogni velleità della stessa e delle sue compagne è stata annichilita da un atteggiamento aggressivo e autoritario gettato sul taraflex da Centi e compagne.

Coach Campisi da ieri ha avuto dunque la dimostrazione di poter contare su un roster valido in ogni elemento e dunque completo. Nonché prodigo di soluzioni. Il tecnico lilybetano ha mandato in campo un sestetto alternativo, proprio in quell’ottica. Schierando sin dall’inizio Trabucchi in palleggio, Centi e Giuliani centrali, M’bra opposto, Scirè e Marcone di banda e Agostino libero. Gli ha risposto, dall’altra parte, coach Lionetti con Peluso in cabina di regia, Vinaccia e Ricciardi centrali, Caputo e la nuova arrivata Manzano schiacciatrici, Valdes Perez opposto nonché Moretti nel ruolo di libero. Sin dalle prime battute la gara evidenzia la stratosferica “voglia di vincere e convincere” della Sigel, che regala subito l’impressione di voler “correre” e mandare in archivio la contesa il più in fretta possibile.

Solo che stavolta la fretta non è, come suo solito, “cattiva consigliera”. Anzi diventa l’additivo segreto da gettare nel calderone. Tanta appare infatti sin da subito la concentrazione delle azzurre, che non ciccano una nota dello spartito. I parziali diventano così inequivocabili, dal 3-0 iniziale all’8-2 con il quale si arriva al primo time-out tecnico. Sul 12-7 Scafati prova a rientrare nella contesa, approfittando forse del normale calo di tensione delle avversarie. Ma è solo fuoco di paglia: non appena le azzurre rialzano la cresta per le campane resta poco da fare. Le gialloblù vengono così inchiodate nel punteggio, fino al 24-11. I due punti concessi loro subito dopo servono solo a fissare la chiusura del set sul 25-13, con un punto scaturito da una conclusione vincente di Benny Marcone. Quella volontà di rivalsa, solo affiorata nella prima frazione, la Givova Scafati sembra accentuarla all’inizio del secondo set. Che alla fine risulterà essere il più combattuto. Il parziale di 1-4 avrebbe potuto far pensare a una Sigel ricaduta in errori passati. Ma non è così: per Scafati resterà solo un’illusione.

Le azzurre rimettono subito le cose apposto, riannodando i fili della concentrazione. Palla dopo palla, punto dopo punto, l’esperienza della Centi, la regolarità della Marcone, la meticolosità e l’equilibrio della M’bra, i preziosi e miracolosi recuperi della Agostino, i guizzi della Giuliani, l’efficacia del palleggio della Trabucchi, ma soprattutto la grandissima prestazione di una Scirè senza paura, ormai splendida realtà del volley, rimandano nel mondo dei sogni le speranze della ragazze salernitane. Sempre più spaesate e meno convinte, nonostante l’equilibrio che il secondo set sembra aver assunto. La Sigel passa in vantaggio con una botta della M’bra (10-9), lo mantiene grazie a un tocco geniale della Trabucchi (13-11) e a due conclusioni della Scirè e della Centi. Fino al secondo time-out tecnico (16-13). Poi una leggera flessione che rimette in moto le speranze campane (17-17).

Il discrezionale richiesto da Ciccio Campisi però annulla la foga gialloblù e ridà il giusto slancio alle lilybetane. Sul 21-19 dentro Foscari e Buiatti. La Sigel mantiene così l’esiguo vantaggio e taglia il traguardo al fotofinish: 25-23. Terzo set che inizia ancora nel segno dell’equilibrio. Ma nessuno, sugli spalti, crede al colpaccio della squadra ospite. Segno inconfutabile della serenità che la squadra azzurra ha saputo trasmettere all’ambiente. Una veloce della Giuliani confeziona l’8-7 per il primo time-out tecnico. Poi, a poco a poco, la Sigel si scrolla di dosso l’avversario. Mantenendo un vantaggio esiguo, ma inattaccabile (16-14 al secondo time-tecnico). Fino a al fatidico 20-16, che segna l’allungo definitivo. E così, con la Foscari di nuovo in campo per il suo prezioso contributo, entrata al posto di una Scirè da standing-ovation, si chiude sul 25-20 messo a terra, ancora una volta, da Benedetta Marcone.

Alla fine, proprio assieme alla Scirè, top-scorer del match. Adesso, sabato prossimo, nuovo confronto interno: per la prima di ritorno arriverà Cutrofiano. Sarà un’altra battaglia. Da vincere, è chiaro.

Sigel Marsala Volley – Givova Scafati 3-0 (25-13/ 25-22/ 25-20)

Sigel Marsala Volley: Trabucchi 1, Centi 6, Scirè 14, Macedo, M’bra 13, Foscari, Biccheri, Marcone 14, Giuliani 4, Buiatti, Agostino (L) – All. Ciccio Campisi.

Givova Scafati: Ricciardi 6, Vinaccia 4, Valdes Perez 9, Manzano 8, Peluso, Caputo 5, Moretti (L), Seggiotti, Marsa – All. Valerio Lionetti.

Arbitri: Giuseppe Pampalone, Giovanni Caiccio.

views:
741
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Sigel Marsala-Givola Scafati 3-0 - Una vittoria importante quella di ieri, ottenuta ai danni di una buona Givova Scafati

Polls

Qual è il tormentone dell'estate 2017?

  • Benji & Fede ft. Annalisa - Tutto per una ragione (20%, 46 Voti)
  • Thegiornalisti - Riccione (12%, 28 Voti)
  • Baby K ft. Andres Dvicio - Voglio ballare con te (12%, 27 Voti)
  • Alvaro Soler - Yo contigo, tú conmigo (8%, 18 Voti)
  • Luis Fonsi ft. Daddy Yankee - Despacito (8%, 18 Voti)
  • J-Ax & Fedez - Senza pagare (7%, 17 Voti)
  • Takagi & Ketra ft. Fragola & Arisa - L'esercito del selfie (5%, 11 Voti)
  • Tiziano Ferro - Lento/Veloce (4%, 10 Voti)
  • Francesco Gabbani - Tra le granite e le granate (4%, 10 Voti)
  • Fabio Rovazzi ft. Gianni Morandi - Volare (4%, 9 Voti)
  • Fabri Fibra ft. Thegiornalisti - Pamplona (3%, 7 Voti)
  • Giorgia - Credo (3%, 6 Voti)
  • DNCE ft. Nicki Minaj - Kissing strangers (3%, 6 Voti)
  • Ermal Meta - Ragazza paradiso (2%, 4 Voti)
  • The Chainsmokers & Coldplay - Something just like this (2%, 4 Voti)
  • The Kolors - Crazy (1%, 3 Voti)
  • Enrique Iglesias - Sùbeme la radio (1%, 3 Voti)
  • Marco Mengoni - Onde (Sondr Remix) (1%, 2 Voti)
  • Giusy Ferreri - Partiti adesso (1%, 2 Voti)
  • Katy Perry ft. Migos - Bon appétit (0%, 0 Voti)

Totale Votanti: 231

Loading ... Loading ...
MarsalaLive