Marsala, centro storico: rifiuti e vandalismo la fanno da padroni

di Florinda Licari - "Sono l'unica a notare tutto questo? Penso di no. La raccolta da parte dell'Aimeri continua a singhiozzo"

Marsala – Continuiamo come in una giostra, altro giro, altra corsa. Ed esattamente come su una giostra, tutto cambia per restare esattamente così com’è. Il centro storico di questa città continua ad essere utilizzato come una discarica a cielo aperto, alcuni degli abitanti del quartiere (e non solo purtroppo…) non mostrano il minimo segno di civiltà. D’altra parte, se nessuno controlla perché mai dovremmo rispettare le regole? E’ un po’ come la sindrome di chi è perennemente a dieta o fissato con il suo peso, che per giustificarsi si ripete “se nessuno mi vede mentre lo mangio, quel dolce non ha calorie!”. Mi chiedo come si possa andare avanti così.

Certo l’amministrazione comunale non facilita le cose…sapete quale orario ha scelto il signor sindaco per il deposito dei rifiuti? Dalle 6 alle 8 del mattino. Il tutto in vigore dal 1° di agosto 2016. Ed è esattamente da quel giorno che la spazzatura ci sommerge: la gente, pur di non svegliarsi all’alba per gettare la spazzatura, ha arbitrariamente deciso di depositarla quando più gli fa comodo, in qualunque momento della giornata.

Ecco, una videosorveglianza non sarebbe male e forse potrebbe aiutare a cogliere sul fatto i furbetti di turno. Inoltre, sottolineo nuovamente come la raccolta da parte dell’Aimeri continui a singhiozzo: questa settimana sono passati solo tre giorni su sei, raccogliendo quindi i rifiuti dei giorni precedenti in cui non avevano effettuato la raccolta… hanno caricato sul camion tutto quello che c’era: plastica, carta, organico. Lo dico con fermezza e assoluta certezza poiché ho assistito al pietoso spettacolo.

E’ un cane che si morde la coda: il cittadino non differenzia perché la raccolta avviene saltuariamente e quando ciò accade, tutto viene caricato su di un unico mezzo, quindi perchè differenziare? Altro tasto dolente sono gli atti di vandalismo che si verificano ripetutamente e nessun controllo notturno: panchine distrutte, muri imbrattati, automobili rigate, autoradio rubate, si trova perfino biancheria intima sparsa qua e là, siringhe, bottiglie di vetro fin davanti l’ingresso di casa.

Mi chiedo: sono l’unica a notare tutto questo? Penso di no, ma certamente l’unica a sollevare la questione, tanta gente civile e per bene e poi nessuno che abbia il coraggio di alzare la mano e reclamare il diritto a vivere in un centro storico pulito e sicuro.

Florinda Licari

Marsala-centro-storico-rifiuti-e-vandalismo (1)

Marsala-centro-storico-rifiuti-e-vandalismo (2)

views:
1566
ftf_open_type:
kia_subtitle:
di Florinda Licari - "Sono l'unica a notare tutto questo? Penso di no. La raccolta da parte dell'Aimeri continua a singhiozzo"
MarsalaLive