Assalto con un fucile ad una tabaccheria: condannati i rapinatori, uno è di Mazara

Avevano svaligiato una tabaccheria con un fucile a canne mozze. La refurtiva, soldi e 25 stecche di sigarette, era stata recuperata e restituita al titolare

Avrebbero assaltato una tabaccheria di via Maqueda (Palermo) con un fucile e anche messo a segno altre due rapine, in una farmacia di via Paruta e in un’altra rivendita di tabacchi, in via Cesare Terranova. Il gup Nicola Aiello, al termine del processo che si è svolto con il rito abbreviato, ieri pomeriggio ha condannato Carmine Zambon, napoletano ma domiciliato a Palermo, alla pena di sei anni di reclusione, e Giovanni Natalizii, originario di Mazara del Vallo, a cinque anni di carcere. Un terzo imputato (che risponde solo della rapina alla farmacia), Giuseppe Ganci, è stato invece rinviato a giudizio.

Zambon e Natalizii vennero arrestati il 27 febbraio dell’anno scorso, dopo che avevano svaligiato l'”Antica tabaccheria Maqueda” con un fucile a canne mozze. La refurtiva, 389 euro e 25 stecche di sigarette era stata recuperata e restituita al titolare. A Zambon vennero così contestati altri due colpi: la rapina alla farmacia di via Paruta del 23 luglio 2014, quando erano stati portati via 3.200 euro, e quella al tabacchi di via Terranova, del 22 gennaio 2016, dove il bottino era stato di 2.500 euro.

Antica-Tabaccheria-Maqueda-palermo

Giovanni-Natalizii-polizia

views:
3277
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Avevano svaligiato una tabaccheria con un fucile a canne mozze. La refurtiva, soldi e 25 stecche di sigarette, era stata recuperata e restituita al titolare
Banner 468 x 60 px
MarsalaLive