Sabato al via la “Scuola Politica” del Partito Socialista Italiano

Promossa dal Coordinamento donne socialiste. Prenderà il via il 4 febbraio con la prima lezione sul tema "Giunta e Consiglio comunale: competenze e rapporti con i funzionari direttivi"

Nasce a Trapani la “Scuola Politica” del Partito Socialista Italiano. L’iniziativa, promossa dal Coordinamento provinciale donne socialiste, con il supporto della segreteria provinciale, prenderà il via sabato 4 febbraio con la prima lezione sul tema “Giunta e Consiglio comunale: competenze e rapporti con i funzionari direttivi”, a cura del professor Giovanni Ciaravino. Seguirà la testimonianza del consigliere di Erice Luigi Nacci, candidato Sindaco di Erice del PSI. L’incontro si terrà a partire dalle ore 9.30 nella sede dell’Università Unicusano, in via Dorsale Zir, a Trapani.

“A questo progetto teniamo molto- dichiara la referente del Coordinamento donne Yvonne Vento-, non soltanto perché incarna la tradizione del nostro partito ma soprattutto perché nasce dal contatto con il cittadino comune che, sconoscendo i meccanismi che regolano l’azione politica, pensa che “se la politica non la fai te la fanno addosso””.

Lo scopo della “Scuola Politica” è quello di trasmettere informazioni sul funzionamento del sistema politico e amministrativo; sul funzionamento della Pubblica Amministrazione, dai livelli centrali dello Stato sino alle amministrazioni comunali, e fornire anche alcune nozioni di marketing e sociologia della comunicazione, strumenti utili per coloro che decideranno di partecipare attivamente e responsabilmente alla vita politica del loro territorio, anche in vista delle prossime tornate elettorali.

“Alla fine del percorso- prosegue Yvonne Vento- i partecipanti acquisiranno le competenze di base necessarie per elaborare un personale punto di vista sulla politica e sull’attualità. L’obiettivo- aggiunge- è quello di sconfessare alcuni luoghi comuni secondo i quali la politica sarebbe qualcosa di confuso, incomprensibile e scollato dalla vita reale. Insomma- conclude Yvonne Vento-, intendiamo restituire alla parola “politica” il suo significato più nobile cioè la massima espressione dell’individuo consapevole all’interno della società”.

L’accesso alla scuola è totalmente gratuito ed aperto a tutti. Il progetto si articolerà in 5 appuntamenti, in cui si alterneranno lezioni in aula, a cura di docenti universitari e professionisti, e le testimonianze di chi fa politica, per agevolare la contestualizzazione del tema trattato. Le giornate d’aula si concluderanno con una sessione di tesi a confronto. Al termine del ciclo di lezioni verrà rilasciato un attestato di frequenza.

Le lezioni avranno cadenza quindicinale. Nei prossimi incontri saranno trattate le seguenti tematiche: “Autopromozione e marketing” e “sociologia della comunicazione”; “l’azione amministrativa nella pratica”; “Le Regioni: competenze e funzioni con particolare riguardo alla Regione Sicilia”; “Prima e Seconda Repubblica: com’è cambiata la politica in Italia”. Il calendario delle lezioni verrà reso noto prossimamente.

views:
648
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Promossa dal Coordinamento donne socialiste. Prenderà il via il 4 febbraio con la prima lezione sul tema "Giunta e Consiglio comunale: competenze e rapporti con i funzionari direttivi"
MarsalaLive