Marsala-Tivoli-Sanremo. Maria, questa volta, se l’è cercata: ormoni impazziti? Ecco le pagelle

di Mirella Maggio - Intanto la “scimmia” di Gabbani scuote l’Ariston. Mister Robbie Williams ha messo un po' in subbuglio la sempre spigliata e affabile De Filippi, strappandole un bel bacio sulle labbra

Tivoli – Continua la kermesse canora con i restanti 11 big che nella serata di ieri, 8 febbraio, hanno reso noti i loro inediti. Questa volta però l’inizio è stato dedicato alle nuove proposte.

La prima giovane ad essersi esibita è stata Marianne Mirage con “Le canzoni fanno male”, un pezzo molto radiofonico, una voce molto particolare ma che purtroppo non è riuscita ad arrivare al grande pubblico. Peccato!

Francesco Guasti, invece, con la sua barba lunga e la sua voce graffiata, ci ha portati nel suo “Universo”, riscuotendo particolare interesse nel pubblico e in sala stampa. Promosso!

E’ la volta di Braschi con “Nel mare ci sono i coccodrilli”: interessante e attuale il tema dell’immigrazione ma poco convincente nella sua musicalità. Anche per lui, Sanremo 2017 finisce!

Ultimo dei 4 giovani in gara di ieri sera, Leonardo La Macchia con “Ciò che resta”, fluttua liberamente in una melodia che sa tanto di già sentito e che mi ricorda un po’, nella voce e nello stile, il grande Raphael Gualazzi. Il pezzo però mi piace molto e credo potrebbe arrivare sul podio. Promosso a pieni voti!

La gara vera e proprio ha avuto inizio con la bella Bianca Atzei e la sua “Ora esisti solo tu” che, ahimè, non si sa per quale ragione, pare non stia molto simpatica al grande pubblico. Ma prima di passare alle pagelle e ai commenti degli 11 big in gara, vorrei parlare un attimo di lui. Come chi? Ospite internazionale della serata, popstar mondiale, atteso dal pubblico con fervore, mister Robbie Williams che pare abbia messo un po’ in subbuglio la sempre spigliata e affabile Maria De Filippi, strappandole “a sorpresa” (?) un bel bacio sulle labbra. Di certo tutta Italia credo abbia scherzosamente immaginato la reazione del buon Costanzo, in quell’istante, sul sofà, davanti al televisore. Per la serie: “No Maria, io esco!”.

Il grande cantautore britannico incanta l’Ariston con la sua hit del momento “Love my life”, brano dedicato ai suoi due figli e parla delle speranze riposte in loro.

Altra ospite d’eccellenza, Giorgia che con la sua “Vanita”, brano estratto dal suo ultimo lavoro “OroNero”, riesce a tenere incollati tutti davanti al televisore. Si continua a sognare con il medley “E poi/Come saprei/Di sole e d’azzurro”, con il quale la straordinaria artista romana canta ed incanta facendo quasi impallidire i cantanti in gara.

Torniamo alla gara e alle pagelle della seconda serata:

Bianca Atzei, “Ora esisti solo tu”. Brano decisamente radiofonico (pare sia già tra i più trasmessi), testo scritto da Kekko Silvestre dei Modà (e si sente!), in pieno stile sanremese. E’ una ballata molto romantica, forse nel testo un po’ troppo smielata, ma dalla melodia convincente. A me piace! Voto 7.5

Marco Masini, “Spostato di un secondo”. Il cantautore toscano sa come stare sul palco, si presenta con un bel look, barba incolta e sguardo ricco di fascino. Pezzo contemporaneo, ben interpretato ma forse mi aspettavo qualcosa in più nel ritornello. Nel complesso, siamo sulla sufficienza. Voto 6

Nesli e Alice Paba, “Do retta a te”. Brano di impatto ma non ho visto molta sinergia tra i due. Pare siano su due mondi diversi e la canzone mi era già stufata prima ancora che finisse. Bocciati, da me e non solo. Voto 5

Sergio Sylvestre, “Con te”. Sergione, vincitore dell’ultima edizione di Amici, con la sua riconoscibilissima voce soul, propone un brano non certo semplice, scritto da Giorgia, sulla fine di una storia d’amore. “Così vai via…”, incipit del pezzo, ci ricorda Baglioni con il suo “Amore bello”. Convincente, emozionante, che giunge al cuore. Voto 7

Gigi D’Alessio, “La prima stella”. Brano nostalgico, dedicato alla mamma che non c’è più, che rivede nel suo cielo come “la prima stella accesa”. Pezzo non banale ma troppo simile a tutti i suoi brani. C’è poco da aggiungere: piacerà al suo pubblico, un po’ meno a chi non lo ama. Voto 6

Michele Bravi, “Il diario degli errori”. Il vincitore di X Factor si presenta con un pezzo autobiografico, maturo ed emotivo. Uno dei più bei testi di Sanremo, voce intensa, fresca e precisa. Promosso! Voto 7,5

Paola Turci, “Fatti bella per te”. Sorridente e grintosa, Paola ci propone una canzone energica e orecchiabile sul tema dell’accettazione di se stessi. Una canzone d’autore, importante. Voto 6,5

Francesco Gabbani, “Occidentali’s Karma”. E adesso tutti in piedi a ballare insieme alla “scimmia nuda” di Gabbani. Uno dei momenti più coinvolgenti della serata ha visto l’esibizione di questo giovane artista che per il secondo anno consecutivo azzecca il brano e rende interattiva persino l’orchestra. E’ lui che con la sua faccia simpatica e il suo testo ironico fa venir voglia di muovere i fianchi e conquista l’applauso più convinto della serata. Voto 8.5

Michele Zarrillo, “Mani nelle mani”. Siamo in pieno stile Zarrilliano, certi versi sanno di dejà vu. Classica ma elegante. Le emozioni non mancano mai. Voto 6

Chiara, “Nessun posto è casa mia”. La vincitrice della serata, a mio dire. La bella padovana, con quell’aria un po’ impacciata, celebra sentimenti di ricordi di viaggio e lo fa con parole semplici e oneste. Voce cristallina ed impeccabile. Voto 9

Raige e Giulia Luzi, “Togliamoci la voglia”…di cantare? Duetto troppo studiato, anche nei movimenti. Poco spontaneo e ripetitivo. Bocciato! Voto 5

MIRELLA MAGGIO

sanremo 2017 mirella maggio ok ok ok

Marsala Tivoli Sanremo 2017 02 ok

Marsala-Tivoli-Sanremo, “De Filippi promossa, Conti, Ferro e Mannoia al top”. Ecco le pagelle

views:
3113
ftf_open_type:
kia_subtitle:
di Mirella Maggio - Intanto la “scimmia” di Gabbani scuote l’Ariston. Mister Robbie Williams ha messo un po' in subbuglio la sempre spigliata e affabile De Filippi, strappandole un bel bacio sulle labbra
Banner 468 x 60 px
MarsalaLive