39 atleti della Polisportiva Marsala Doc alla “Mezza” di Capo d’Orlando

Tra i biancazzurri, il più veloce è stato, come da previsioni, l’inossidabile Pietro Paladino, 28° assoluto (su quasi 1000 concorrenti) con il tempo di 1 ora, 20 minuti e 32 secondi

Più che una trasferta, è stata quasi una “spedizione” quella della Polisportiva Marsala Doc alla Mezzamaratona di Capo d’Orlando, prima delle sette prove del Grand Prix regionale Fidal 2017. Nella cittadina tirrenica del Messinese, tra il mare (sullo sfondo le isole Eolie) e le cime dei Nebrobi innevate, hanno partecipato all’importante gara (da quest’anno le sette “maratonine” siciliane fanno parte del calendario nazionale) ben 39 atleti della Polisportiva Marsala Doc. E quasi tutti hanno tagliato il traguardo.

Solo la forte (quanto sfortunata nell’occasione) Marianna Cudia ha dovuto mollare, al sesto chilometro, per un infortunio muscolare-tendineo a una gamba. Tra i biancazzurri, il più veloce è stato, come da previsioni, l’inossidabile Pietro Paladino, 28° assoluto (su quasi mille concorrenti) con il tempo di 1 ora, 20 minuti e 32 secondi.

A distanza, tra gli atleti della società presieduta da Filippo Struppa, hanno poi tagliato il traguardo Antonio Pizzo (1:31:45), Vincenzo D’Accurso (1:32:26), Ignazio Salvatore Cammarata (1:32:41), Michele D’Errico (1:34:13), che sette giorni prima aveva corso la Maratona di Fano, dove è stato premiato dal Club italiano Super Marathon con una bella pergamena per aver corso ben 111 tra maratone e ultra-maratone fino a tutto il 2016 (con le tre corse in questo scorcio di 2017, sono già 114). Dopo D’Errico, hanno concluso brillantemente la gara anche Silvestro Giardina (1:34:13), Pietro Sciacca (1:34:14), il neo iscritto Michele Contiliano (1:35:08), Damiano Ardagna (1:38:14), Giuseppe Beltrano (1:39:02), Vincenzo Castiglione (1:40:12), e tutti con lo stesso tempo (1:41:56) Giuseppe Valenza, Giuseppe Mezzapelle e Antonino Cusumano. Nell’ordine, sono poi arrivati, completando il successo di squadra, anche Pietro De Vita, Agostino Impiccichè, Pietro Tranchida, Antonino Paolo Parisi, Matilde Rallo, Domenico Ottoveggio, Salvatore Pipitone, Antonello Parrinello, Giuseppe Pipitone, Francesco Sorrentino, Antonino Badalucco, Filippo Struppa, Mario Pizzo, Roberto Fabrizio Angileri, Bruno Manfrè, Fabio Cerami, Leonardo Maurizio Bilello, Elvira Clemente, Antonio Tumbarello, Vito Giuseppe Cascio, Salvatore Panico, Francesco Laudicina, Isabella Valenti e Paola Imparato.

“Tanti complimenti a tutti – ha detto, alla fine, il presidente Filippo Struppa rivolto ai tesserati impegnati a Capo d’Orlando – Abbiamo dimostrato che siamo una grande società del panorama regionale”. Nel frattempo, è già in moto da tempo la macchina organizzativa della Maratonina di Marsala, quarta prova del Grand Prix in programma per il prossimo 23 aprile.

Atl. - Antonio Pizzo all'arrivo della mezza di Capo d'Orlando

Atl. - Pietro Paladino (n. 50) durante la gara di Capo d'Orlando

Atl. - Atleti Pol. Marsala Doc alla Mezzamaratona di Capo d'Orlando - foto Michele Amato

views:
1462
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Tra i biancazzurri, il più veloce è stato, come da previsioni, l’inossidabile Pietro Paladino, 28° assoluto (su quasi 1000 concorrenti) con il tempo di 1 ora, 20 minuti e 32 secondi
MarsalaLive