Il Commissario Montalbano fa centro ancora una volta: 10.674.000 spettatori, 40.8% di share

Il film, con Valentina Lodovini e Alessandro Haber guest star e una tematica forte come l'incesto, è il terzo Montalbano più visto di sempre. Luca Zingaretti ritornerà lunedì 6 marzo con "Come voleva la prassi"

Il giorno più atteso dagli amanti della fiction italiana è arrivato lunedì 27 febbraio 2017, su Rai 1 c’è stato il ritorno de “Il Commissario Montalbano” che ha indagato su una storia tutta nuova, attorniato dalla sua squadra, dall’amata Livia nonché da… “Un covo di vipere”.

E “Il Commissario” Luca Zingaretti ha conquistato 10.674.000 spettatori, pari al 40.8% di share. Un ascolto altissimo, super come sempre. Montalbano fa centro ancora una volta. Il film, con Valentina Lodovini e Alessandro Haber guest star e una tematica forte come l’incesto, è il terzo Montalbano più visto di sempre. Per la percentuale d’ascolto è il secondo: meglio di “Un covo di vipere” con il 40.8% aveva fatto Piramide di fango il 7 marzo 2016 con il 40.9%. Il nuovo episodio con Luca Zingaretti commissario andrà in onda lunedì 6 marzo con il titolo “Come voleva la prassi”.

Il Commissario Montalbano – Un Covo di Vipere: il cast
Come sempre prodotta da Palomar, diretta da Alberto Sironi e tratta dall’omonimo romanzo di Andrea Camilleri (edito da Sellerio Editore), la nuova storia ambientata a Vigata potrà contare sulla forza scenica di Luca Zingaretti, Cesare Bocci, Peppino Mazzotta, Angelo Russo e di tutti gli altri storici interpreti, ai quali faranno compagnia stavolta Valentina Lodovini (Giovanna Pusateri), Alessandro Haber (Camastra), Alice Canzonieri, Marcello Mazzarella, Beatrice Arnera e Vera Dragone. Tutti insieme porteranno in scena una storia difficile, delicata e dalle tinte fosche, di cui segue la trama completa.

Il Commissario Montalbano – Un Covo di Vipere: la trama
Una mattina l’imprenditore sessantenne Cosimo Barletta viene trovato morto nella sua casa al mare. È stato ucciso con un colpo di arma da fuoco alla nuca, mentre era tranquillamente seduto in cucina a bersi un caffè. Non ci sono segni di effrazione, quindi a ucciderlo è stato qualcuno che lo conosceva, che lui stesso può avere fatto entrare, o addirittura una donna che può avere passato la notte lì con lui. Il caso assume presto tinte assai fosche, perché Montalbano scopre, anche grazie alla testimonianza dei figli dell’assassinato, che Barletta era tutt’altro che una persona specchiata: uomo freddo, crudele, privo di scrupoli e sentimenti, Cosimo, oltre che spregiudicato imprenditore, era anche un ignobile strozzino e aveva rovinato un sacco di gente a Vigata. Ma non è tutto, perché Barletta aveva inoltre una particolare inclinazione a costringere giovani ragazze a concederglisi, per poi ricattarle e tenerle sotto il proprio giogo. Erano in molti, quindi, a odiare quest’uomo orribile e sadico. Molti i potenziali assassini. Un caso complicato, che si complicherà ancora di più quando il nostro Montalbano scoprirà che a Barletta non hanno semplicemente sparato, ma che poco prima era stato addirittura avvelenato. Come se due assassini, indipendentemente l’uno dall’altro, avessero deciso quella stessa notte di ucciderlo.

“Il Commissario Montalbano – Come Voleva la Prassi”, su Rai 1 lunedì 6 marzo 2017
Il film tv è un ibrido perchè nasce dall’unione di vari racconti presenti nelle raccolte Gli arancini di Montalbano e Un mese con Montalbano nonché ne Morte in mare aperto ed altre indagini del giovane Montalbano. Dunque un mix di sapori che vengono dal passato e dal trapassato del commissario più amato di tutti e che segneranno il ritorno in scena dei Cuffaro – famiglia mafiosa che ha “contaminato” già tante trame – nonché di un personaggio poco presente ma storico ed importante per Montalbano, ovvero l’amica di sempre Ingrid (Isabell Sollman). Le riprese di Come Voleva la Prassi hanno spinto la troupe fin nella Valle dei Templi di Agrigento e racconteranno quello che il regista Alberto Sironi ha definito “l’orrore, un delitto efferato nei confronti di una giovane prostituta davanti a una platea di benpensanti, una forma di spettacolo estremo, una kermesse di violenza per pochi intimi privilegiati“. A seguire le anticipazioni complete.

Il Commissario Montalbano – Come Voleva la Prassi: la trama
Il cadavere di una bella ragazza viene ritrovato nudo, con indosso solo un accappatoio intriso di sangue, sul freddo pavimento di un androne di via Pintacuda. Cosa ha spinto la ragazza a trascinarsi, esanime, fin lì dentro? Montalbano sospetta che la vittima sia una prostituta proveniente dall’Est Europa. E spera che i Cuffaro, che gestiscono il mercato della prostituzione a Vigata, isolino i responsabili di un crimine così efferato. Per tutta risposta, il commissario diventa oggetto lui stesso di un attentato. Le indagini portano Montalbano a scovare tra i condomini non l’assassino, ma un complice, che ha assistito e ripreso con una telecamera, il festino in cui ha trovato la morte la ragazza, a cui hanno partecipato, mascherati ma riconoscibili, i notabili della zona. Durante l’indagine, Montalbano conosce un giudice in pensione, Leonardo Attard, che sta revisionando tutti i processi che ha celebrato, per essere sicuro di non essere mai stato condizionato nel giudizio dai problemi personali. Un incontro inquietante, che lo lascerà con molti interrogativi.

views:
3294
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Il film, con Valentina Lodovini e Alessandro Haber guest star e una tematica forte come l'incesto, è il terzo Montalbano più visto di sempre. Luca Zingaretti ritornerà lunedì 6 marzo con "Come voleva la prassi"
MarsalaLive