Clickoso - Soluzioni di marketing digitale
Clickoso - Soluzioni di marketing digitale

Il Giovinetto si prepara per la difficile trasferta a Ragusa

Una sconfitta in casa contro la T. H. Alcamo non era certo preventivata ma poteva accadere come in tutti i derby, e così è stato

Una sconfitta in casa contro la T. H. Alcamo non era certo preventivata ma poteva accadere come in tutti i derby, e così è stato. Il Giovinetto cade in casa nel derby contro Alcamo e, a parte un arbitraggio inadeguato per la partita, deve solo recitare mea culpa.

La forza della Generali Undici Maggio è sempre stata la quota senatori che completa la formazione in casa, ma questa volta, nella quale sarebbe stata necessaria la presenza di tutti, sono venuti a mancare due pezzi decisivi della formazione, Ficara e Gulino, e purtroppo si è anche aggiunta durante la partita l’uscita per infortunio di Ponticelli, già al primo tempo, e di Abate al secondo tempo.

Nonostante questo, e pur con Rallo, infortunato dalla partita precedente stoicamente in campo, sotto antidolorifico, e con Pellegrino tornato in campo dopo circa due mesi di stop per infortunio al ginocchio, i Petrosileni riescono a contenere i cugini alcamesi per tutto il primo tempo, concluso sul 18-18.

Nel secondo tempo, Scire’ ha vita facile contro una difesa priva anche di Abate e Ponticelli, gli unici che hanno sempre saputo ben contrastarlo, e la partita diventa un assolo del terzino alcamese, mentre i locali si perdono in esclusioni per proteste su decisioni arbitrali, permettendo così il dilagare di Scire’, che alla fine realizza 16 goals in soli 40 minuti.

Un risultato pesante per la capolista, che rispecchia l’andamento di una giornata e di una settimana da dimenticare, ma soprattutto pone l’accento su una formazione di ottima caratura ma con grossi limiti di gestione per la cronica assenza agli allenamenti dei senatori, e la loro scarsa presenza anche alle partite.

“Indubbiamente ci brucia la sconfitta interna, ma sapevo che con il rientro di Scire’ l’Alcamo non si presentava come formazione da ultimo posto e che sarebbe stata necessaria la presenza in campo di tutti ed una buona prestazione per vincere, così non è stato, e non è stato nemmeno sufficiente l’apporto di Marrone che era stato determinante nella partita col Mascalucia” – dice Fiorino – “Detto questo, pur confermando ancora una volta che non è mai stato il nostro obiettivo la vittoria del campionato per i motivi su indicati, noi continueremo a lottare in tutti i campi, ogni partita senza sconti per nessuno; purtroppo ora dovremo fare i conti anche con una formazione rimaneggiata contro Ragusa, che oltre i soliti assenti fuori casa, sarà priva anche di Ponticelli e Abate che non hanno ancora recuperato dagli infortuni di domenica. Siamo consapevoli delle grosse difficoltà che ci attendono, ma daremo il massimo per onorare il campo con una prestazione degna del campionato che stiamo disputando”.

views:
818
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Una sconfitta in casa contro la T. H. Alcamo non era certo preventivata ma poteva accadere come in tutti i derby, e così è stato
MarsalaLive