Sabato Sigel Marsala-Volleyrò Casal de’ Pazzi: alle ore 17.30 al PalaBellina

Sarà una bella partita, combattuta come sempre, con nessuno che sarà disposto a mollare prima del gong. Prepararsi al meglio è la “parabola” azzurra di questa settimana

Marsala – Questa mattina, presso la Direzione Didattica del VI° Circolo G. Sirtori, alla presenza dell’Assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Marsala Anna Maria Angileri, si è svolta la seconda sessione del forum “Un calcio al bullismo”. Per la società azzurra sono intervenute, assieme al team manager Bruno Maltese e all’addetta alle relazione esterne Rossana Giacalone, le atlete Joelle M’bra, Chiara Scirè e Sara Giuliani.

Altri interessantissimi temi di discussione sono stati affrontati, in un incontro ancora una volta propedeutico alla “Partita della Solidarietà” che si svolgerà allo stadio Lombardo Angotta lunedì 3 aprile. Intanto sabato pomeriggio al PalaBellina arriverà VolleyRò Casal de’ Pazzi. La gara, che avrà come sempre inizio alle ore 17,30, riveste una fondamentale importanza nel cammino residuo della Sigel in fase d’avvicinamento a quei play-off ancora in ballo. E che vedono, considerando ormai imprendibile la lepre S. Teresa Riva, cinque squadre ancora in lotta per l’ottenimento di soli tre posti. Quello con le ragazze romane diventa, se mai ce ne fosse stato il dubbio, un vero e proprio scontro diretto. Visto che le due squadre si ritrovano appaiate al quinto posto con 38 punti, a tre lunghezze di distanza dal terzetto delle seconde.

La squadra romana, costruita sempre sulla base di un ampio vivaio, continua a sfornare atlete di talento rinnovando il proprio roster anno dopo anno. Mantenendo comunque quello della B1 su livelli di under 18. Rispetto alla scorsa stagione sono rimaste soltanto il libero Francesca Napodano e le due centrali Benedetta Bartolini e Sylvia Nwakalor. Poi, tutt’attorno, un manipolo di ragazze giovanissime che stanno già affermando il proprio valore a cominciare dalle schiacciatrici Elena Pietrini, classe 2000, 190 centimetri d’altezza, e Alice Tanase, scuola Orago, classe 2000 anch’ella.

La palleggiatrice è Francesca Scola, addirittura classe 2001. Quindi la centrale Michela Ciarrocchi e la terza schiacciatrice Linda Giugovaz, rispettivamente 1999 e 2000, fino a Rachele Mancinelli e Giorgia Comperchio. La compagine di Sandor Kantor nell’ultima gara disputata ha sofferto e parecchio, rischiando di cedere al PalaFord alla tranquillità della Givova Scafati. Che ha provato a espugnare la palestra capitolina andando davvero vicina al colpaccio. C’è voluta una rimonta al quarto set e un tie-break fors’anche incerto per ribaltare la situazione che sembrava volgere incredibilmente a favore delle salernitane.

La Sigel dal canto suo, dopo il punto conquistato a Maglie, non potrà assolutamente fallire più fra le mura amiche, qualunque avversario si presenti al PalaBellina. Ma si sa, le ragazze di Campisi sanno farsi trovare pronte ai grandi appuntamenti. E la sfida di sabato lo è: per i precedenti, per la classifica e, perché no, anche per il morale. Sarà una bella partita, combattuta come sempre, con nessuno che sarà disposto a mollare prima del gong. Prepararsi al meglio è la “parabola” azzurra di questa settimana. Ma, in verità, quando non lo è mai stata?

views:
735
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Sarà una bella partita, combattuta come sempre, con nessuno che sarà disposto a mollare prima del gong. Prepararsi al meglio è la “parabola” azzurra di questa settimana
MarsalaLive