Gaspare Barraco: “Il PD a Roma? Servire i Partigiani e non servirsi dei Partigiani”

"Oggi, come ogni 25 Aprile, il Cavaliere Marsalese Partigiano Francesco Barraco della Brigata Garibaldi di Cino Moscatelli ci sorride dal cielo, dopo la sua partenza dell'8 giugno 2016"

“Mi arriva l’invito a partecipare al piccolo corteo per il 25 Aprile a Marsala da socio Anpi e figlio del presidente onorario dell’ Anpi Francesco Barraco, scomparso l’8 giugno 2016, presente in tutti i cortei e manifestazioni per il 25 aprile da sempre.Tutti vengono chiamati per la foto ricordo, io no! Predispongono il corteo a me non mi cercano e sono ultimo nel corteo. E’ stato SNOBBAMENTO? Inizia a scrivere articoli sulla stampa nazionale nel 1996 e ogni hanno ho valorizzato il valore eroico dei nostri liberatori Partigiani COMBATTENTI. Tanti di questo corteo li vedo il 25 Aprile solo dopo il 2012, prima dov’erano? Nel 2012 riformarono l’Anpi a Marsala, che vi era di già nel 1946 con iscritti 46 Partigiani, tra cui mio padre Francesco Barraco. Non mi invitarono, almeno come consigliere. Ero stato tra gli organizzatori di mega manifestazioni del passato per il 25 aprile a Marsala. Quest’anno non ha voluto partecipare il mio amico e di mio padre preside Gaspare Li Causi e so il motivo.Non ha più partecipato un ex Alpino di Milano, mio amico, che ha scelto di vivere a Marsala. Due anni addietro mi disse: “Chi è nella direzione dell’Anpi deve avere parenti di sangue che abbiano combattuto nelle fila dei Partigiani”. Quindi ha deciso di disertare questo minuscolo corteo marsalese, senza Marsala. Servire i Partigiani e non servirsi dei Partigiani. Anche per questo 25 Aprile 2017 come ogni 25 Aprile il Cavaliere Marsalese Partigiano (della prima ora e non a giochi quasi fatti) Francesco Barraco della Brigata Garibaldi di Cino Moscatelli ci ha sorriso dal cielo, dopo la sua (purtroppo) partenza dell’8 giugno 2016. Ha partecipato sempre alle manifestazioni fino al 25 Aprile 2015″. Il Partito democratico (per adesso di Renzi)? A Roma per il 25 Aprile 2017 preferisce la sfilata con Brunetta e Casini. Sono le prove per la futura unione?

NELLA GUERRA DI LIBERAZIONE (non civile) VI FURONO I PARTIGIANI DELLA PRIMA ORA COME IL MARSALESE FRANCESCO BARRACO (92ENNE VIVENTE) DELLA BRIGATA GARIBALDI DI CINO MOSCATELLI, E QUELLI DELL’ULTIMA ORA:UNA BELLA DIFFERENZA!

A cose quasi fatte è facile scegliere da quale parte combattere. La data iniziale della Lotta Partigiana si può leggere nei fogli matricolari e nei certificati rilasciati dai comandati dei Partigiani. Possono aiutare le Associazione nazionali dell’ Anpi di Roma,Valsesia e Milano. E’ bene sapere che gli Americani senza i Partigiani avrebbero concluso quanto stanno facendo o hanno fatto in Iraq, in Afghanistan, ecc. cioè il nulla! Anzi hanno portato il disastro che viviamo con l’invasione senza regole degli immigrati, che non hanno voluto combattere come i Partigiani Italiani nelle loro terre, preferendo il dolce far nulla in Europa. Se non c’è la lotta Partigiana( come fu in Italia) la libertà non arriva e vi saranno solo distruzioni in quella nazione e caos totale. La democrazia non è semplice prodotto d’esportazione, deve essere voluta dai cittadini di quella nazione. Ringraziare (destra,sinistra e centro) sempre chi ci ha regalato la libertà, gratis! Un grazie diverso tra quelli della prima ora e a quelli dell’ultima ora, ma essenzialmente in buona fede. Un affettuoso grazie a mio Padre Francesco è arrivato dal territorio dove ha partecipato attivamente alla Lotta Partigiana, trasmessomi domenica 24 aprile 2016 da Bruno Rastelli: “Ciao Gaspare, mi permetto di disturbarti in quanto, come te, figlio di Partigiano, vorrei che esprimessi a tuo Padre tutta la gratitudine e la vicinanza che la Valsesia prova per lui e per tutti quei giovani Siciliani che hanno combattuto per la nostra libertà. Bruno Rastelli .Presidente comitato provinciale A.N.P.I. Vercelli Valsesia. Ho risposto con: La mia gratitudine anche per il Tuo caro Padre. A RAINEWS24 hanno detto che a nel territorio di Valsesia i 3000 Partigiani di Cino Moscatelli furono molto audaci. In 500 sono caduti in battaglia. Hanno detto che in questo territorio la Lotta Partigiana fu la più cruente, con la liberazione successiva e con la discesa a Milano del 25 Aprile 1945. La guerra di Liberazione continuò fino al 3 maggio 1945.Nel territorio di Varallo, Valsesia, Omegna, Domodossola, Monte Rosa ecc. Francesco Barraco ha combattuto nelle file dei Partigiani della Brigata Garibaldi di Cino Moscatelli dal 9 settembre 1943 al 3 maggio 1945. Per questo 25 Aprile 2016 ho assistito con mio padre alla manifestazione di Varallo Sesia, trasmessa in diretta da Raiuno, con il Presidente Sergio Mattarella. Abbiamo ascoltato il discorso introduttivo a quello di Mattarella di Bruno Rastelli fatto al teatro civico di Varallo. Mattarella ha scelto per questo 25 Aprile 2016 Varallo Sesia, dove è nata la Prima Repubblica Partigiana della Valsesia e d’Italia. Lunga vita a chi ci ha regalato la libertà, che può essere sempre messa in pericolo da qualche mente dittatoriale. Il nostro Sandro Pertini ha detto:” la più brutta delle democrazie è sempre più bella della dittatura”. Su Il Fatto Quotidiano del 27 aprile 2016 ho letto l’articolo di Massimo Fini. Ha detto che “chi aderì alla Repubblica di Salò ha la stessa dignità dei pochi veri partigiani”. Inoltre ha detto che “la Resistenza fu il riscatto morale di poche decine di migliaia di donne e uomini coraggiosi, gli altri aderirono a guerra finita”. Inoltre ha detto che “non siamo stati noi a liberarci dal nazifascismo ma gli Alleati”.Infine ha detto che il 25 Aprile è la Festa dell’eterno opportunismo italiano”.A Fini direi di andare ad ascoltare o leggere cosa disse Alcide De Gasperi in America a guerra finita per passare dalla parte dei vincitori: « Da noi i Partigiani sono stati determinanti alla Liberazione ».. Vi fu l’applauso di tutti gli Alleati e la riconoscenza di essere inclusi tra i vincitori della Seconda Guerra Mondiale. Dopo questo 25 Aprile 2016 ecco che su Twitter si fa vivo il rampollo dei Savoia, Emanuele Filiberto, che ha scritto: ” I parassiti partigiani con le loro 179 associazioni costano al contribuente 3 milioni di euro”. L’Anpi nazionale ha commentato queste accuse e offese del rampollo, smentendo in toto quanto detto rampollicamente. Davvero un grande rampollo,ahahah. Servire i Partigiani e non servirsi dei Partigiani.Il Partito democratico (per adesso di Renzi)?A Roma per il 25 Aprile 2017 preferisce la sfilata con Brunetta e Casini. Sono le prove per la futura unione?

ING. GASPARE BARRACO

Foto di mio Padre Francesco Barraco come relatore in un convegno con le scuola di Marsala al Complesso Monumentale di San Pietro a Marsala per spiegare il 25 Aprile ai ragazzi.

Foto con Gaspare e Francesco Barraco in occasione della manifestazione del 25 Aprile 2015 a Palazzo VII Aprile a Marsala.

views:
626
ftf_open_type:
kia_subtitle:
"Oggi, come ogni 25 Aprile, il Cavaliere Marsalese Partigiano Francesco Barraco della Brigata Garibaldi di Cino Moscatelli ci sorride dal cielo, dopo la sua partenza dell'8 giugno 2016"
MarsalaLive