Operazione antidroga nella Kasbah: due arresti

Ancora un volta, vincente si è rivelata la certosina attività di appostamento e pedinamento dei pregiudicati di questo centro nei punti nevralgici del quartiere denominato Casbah

Mazara del Vallo – Prosegue la massiccia campagna di contrasto al fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, da tempo intrapresa da questo Commissariato nei principali quartieri del centro storico di Mazara del Vallo. Nel pomeriggio di venerdì 5 maggio, personale della Squadra “Pegaso” della Sezione Investigativa di questo Commissariato ha condotto una complessa ed articolata operazione di polizia giudiziaria, finalizzata alla repressione di reati in materia di sostanze stupefacenti, che ha portato all’arresto in flagranza di Mohamed Othmen, cittadino tunisino di 25 anni, incensurato e irregolare sul territorio nazionale in quanto privo di permesso di soggiorno, per il reato di detenzione ai fini di spaccio di quattordici dosi di sostanza stupefacente del tipo hashish, di cui all’art. 73, comma 1, del D.P.R. n. 309/1990.

Ancora un volta, vincente si è rivelata la certosina attività di appostamento e pedinamento dei pregiudicati di questo centro nei punti nevralgici del quartiere denominato Casbah.

L’osservazione delle relative dinamiche rilevate ha consentito di notare il sopra citato cittadino tunisino; lo stesso, in particolare, ha mantenuto un contegno sospetto e, pertanto, il personale operante si è determinato a sottoporlo a perquisizione personale e locale, ad esito della quale è stato trovato in possesso di circa 20 grammi di sostanza stupefacente del tipo hashish, già suddivisa in quattordici dosi e pronta per lo spaccio.

Conseguentemente, il soggetto è stato arrestato in flagranza e, completata la redazione dei relativi atti di polizia giudiziaria, è stato trattenuto su disposizione del Pubblico Ministero di turno nelle camere di sicurezza del Commissariato, in attesa della convalida dell’arresto e del giudizio direttissimo svoltosi nella giornata di sabato 06.05.2017 presso il Tribunale di Marsala.

La predetta Autorità Giudiziaria, condividendo le conclusioni investigative di questo Ufficio, convalidava l’arresto e sottoponeva l’odierno indagato alla misura dell’obbligo della presentazione alla Polizia Giudiziaria.

Inoltre, sempre nella giornata di venerdì 05 maggio 2017, personale dell’ufficio Misure di Prevenzione di questo Commissariato traeva in arresto Tommaso Graziano Ingrao in regime di affidamento in prova terapeutico presso la Comunità Terapeutica “Salute e Benessere” di Mazara del Vallo per il reato di cui all’art.73,comma 1 del D.P.R. n.309/1990, in esecuzione all’Ordinanza SIEP dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Marsala – Ufficio Esecuzioni Penali, che ne disponeva la traduzione al più vicino Istituto di Detenzione poiché con decreto N.2783/2017 SIUS dell’Ufficio di Sorveglianza di Trapani si disponeva la sospensione della sopra citata misura alternativa, con fine pena fissato per la data del 16.05.2019.

Completata la redazione degli atti, il soggetto è stato accompagnato presso la Casa Circondariale di Trapani per l’espiazione della pena sopra indicata.

 

views:
1586
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Ancora un volta, vincente si è rivelata la certosina attività di appostamento e pedinamento dei pregiudicati di questo centro nei punti nevralgici del quartiere denominato Casbah
MarsalaLive