I Picciotti di Matarò in Polonia al Festival Interfolk di Kolobrzeg

Dal 14 al 19 agosto - Al Festival il gruppo porterà tra le sue allegre danze, anche i canti coreografati e arricchiti con le scenografie, fra i quali "'A Vinnigna", canto dedicato alla raccolta dell’uva

Marsala – Il gruppo folk “I Picciotti di Matarò” della città di Marsala, rappresenterà l’Italia al XXVI Festival International del Folklore “Interfolk 2017” che si svolge nella città di Kolobrzeg dal 14 al 19 agosto 2017 in Polonia. Invito pervenuto dal presidente della sezione Cioff Polonia Jerzy Chmiele dal direttore del Festival TadeuzKielar.

Il gruppo guidato, dal Presidente Massimo Gabriele, continua a partecipare a importanti festival mondiali organizzati dalla Cioff (Concilio Internazionale Organizzazione Festival Folklore) di cui il gruppo è membro e riconosciuto dalla sezione Cioff Italia. La città di Kolobrzeg viene chiamata la perla del mare Baltico posta alla foce del fiume Perseta a nord della Polonia. Città storica, piena di ricchezze e di cultura, è la capitale del folklore Mondiale da diversi anni.

Al Festival polacco, il gruppo porterà tra le sue allegre danze, anche i canti coreografati e arricchiti con le scenografie, fra i quali “‘A Vinnigna”, canto dedicato alla raccolta dell’uva (attività predominante del territorio Marsalese) e il nuovo canto marinaro dei pescatori del corallo, conosciuto con il titolo “OhèNicò”, tratto dal Corpus di Musiche Popolari Siciliane di Alberto Favara. Questo scorcio di vita marinara, verrà arricchito e spettacolarizzato con un argàno, attrezzo fatto di corde e pali di canne e con la Tarantella del Mare e delle corde.

Il presidente ringrazia a tutti i componenti del gruppo per l’impegno e l’entusiasmo dimostrato per la preparazione al nuovo repertorio per il Festival. Dalla direzione musicale alla direzione artistica e a tutti i ballerini.

views:
1724
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Dal 14 al 19 agosto - Al Festival il gruppo porterà tra le sue allegre danze, anche i canti coreografati e arricchiti con le scenografie, fra i quali "'A Vinnigna", canto dedicato alla raccolta dell’uva
MarsalaLive