Siglato accordo attuativo Asp Trapani e Agrigento per registro tumori

Tale accordo prevede il coinvolgimento dei medici di medicina generale e dei pediatri di libera scelta convenzionati con le due aziende sanitarie

E’ stato siglato nella sede dell’assessorato regionale della Salute a Palermo un accordo attuativo tra l’Azienda sanitaria provinciale di Trapani e quella di Agrigento, per l’implementazione e accreditamento del Registro Tumori dell’area di Agrigento nella rete italiana e di riduzione del gap di registrazione dell’area di Trapani. Protagonisti dell’accordo l’assessore regionale alla Salute Baldo Gucciardi, il Commissario straordinario dell’ASP di Trapani Giovanni Bavetta e il Direttore generale dell’ASP di Agrigento Salvatore Lucio Ficarra.

Istituito nel 2003, il Registro tumori dell’ASP di Trapani, ha competenza, per legge, anche per l’area della provincia di Agrigento.

Tale accordo, in attuazione dell’art.27 della Legge regionale n° 5 del 2009, prevede il coinvolgimento dei medici di medicina generale e dei pediatri di libera scelta convenzionati con le due aziende sanitarie, finalizzato all’istituzione di un flusso informativo che possa consentire una più rapida raccolta delle informazioni sanitarie relative ai tumori che hanno colpito la popolazione residente nelle provincie di Trapani e Agrigento negli anni 2011-2013.

“E’ un positivo esempio di collaborazione istituzionale– ha detto Gucciardi – tra due aziende sanitarie e i medici di medicina generale. Questa convenzione rende più efficiente la raccolta di dati e informazioni, a vantaggio dei cittadini, perché crea ulteriori possibilità di prevenzione e diagnosi precoce”.
Per l’ASP di Trapani erano presenti all’incontro anche il direttore del dipartimento di Prevenzione Francesco di Gregorio, la responsabile dell’ U.O.S.

Registro tumori Giuseppa Candela e la responsabile dell’UOS Formazione Antonella La Commare.

Ficarra Gucciardi Bavetta asp

incontro turmori asp trapani agrigento

views:
657
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Tale accordo prevede il coinvolgimento dei medici di medicina generale e dei pediatri di libera scelta convenzionati con le due aziende sanitarie
MarsalaLive