Comunali a Trapani, sfida contro il quorum: Savona unico candidato in corsa

A Trapani ha votato a mezzogiorno il 7,72%, lontano il quorum. Perché il voto sia valido occorre che alle urne superare il quorum del 50%

A Trapani, a mezzogiorno ha votato solo il 7,72% degli aventi diritto, quasi il 10% in meno rispetto al primo turno (16,41%). Perchè il voto sia valido occorre che alle urne superare il quorum del 50%.

Trapani – Urne aperte dalle 7 di stamane fino alle 23 anche a Trapani per il turno di ballottaggio alle amministrative che vede però in corsa una solo candidato a sindaco, Piero Savona (Pd), dopo che il suo avversario, Mimmo Fazio (centrodestra), è stato estromesso dal ballottaggio per non avere volontariamente designato gli assessori. Gli elettori, indirettamente, sceglieranno tra un sindaco e un commissario che sarà nominato dalla Regione nel caso in cui non si dovesse raggiungere il quorum del 50% più uno degli elettori. Savona dovrà inoltre ottenere almeno il 25% delle preferenze di tutti gli aventi diritto al voto. In caso contrario decadranno anche i consiglieri eletti al primo turno nelle liste.

La decisione di Fazio di ritirarsi dal ballottaggio è legata all’inchiesta giudiziaria che ha portato il 18 maggio scorso al suo arresto con l’accusa di corruzione. L’ex sindaco di centrodestra, al quale era stata revocata la misura dei domiciliari il 3 giugno scorso, pur risultando il candidato più votato al primo turno, aveva deciso di ritirarsi ma senza formalizzare ufficialmente la sua decisione. In quest’ultimo caso sarebbe andato infatti al ballottaggio il senatore di Forza Italia Antonio D’Alì, suo acerrimo rivale dopo un lungo sodalizio politico. Anche D’Alì durante la campagna elettorale aveva avuto guai giudiziari: gli era stata infatti notificata una richiesta di soggiorno obbligato dalla Procura di Palermo per “pericolosità sociale” dopo l’assoluzione dall’accusa di concorso in associazione mafiosa.

Nei sette comuni siciliani interessati dal turno di ballottaggio alle elezioni amministrative alle ore 12 ha votato il 12,15% degli aventi diritto, con una flessione del 5,73% rispetto al primo turno (17,88%).

views:
1401
ftf_open_type:
kia_subtitle:
A Trapani ha votato a mezzogiorno il 7,72%, lontano il quorum. Perché il voto sia valido occorre che alle urne superare il quorum del 50%
MarsalaLive