Controlli serrati dei Carabinieri nel weekend nelle zone di mare: arresti e denunce

I militari hanno notato due giovani che, armati di una spranga di ferro, dopo aver malmenato un connazionale, lo inseguivano nonostante la presenza di numerose famiglie con bambini

Alcamo/San Vito Lo Capo – E’ di due arresti, una denuncia in stato di libertà e due segnalazioni alla Prefettura quali assuntori di stupefacenti il bilancio dell’ultima operazione portata a termine dagli uomini della Compagnia di Alcamo, diretti dal Cap. Giulio Pisani, e finalizzata a garantire l’ordine e la sicurezza pubblica nelle principali zone balneari.

Durante lo scorso weekend, l’attenzione dei militari si è concentrata sulla zona balneare di San Vito Lo Capo che in queste settimane registra una impennata di presenze, complici il bel tempo e le rinomate spiagge che richiamano migliaia di turisti da tutta Italia e non solo. Gli uomini della locale Stazione Carabinieri, coadiuvati dai colleghi del Nucleo Radiomobile di Alcamo, hanno incrementato i servizi esterni sia a bordo di autovetture con i colori di istituto che a piedi in abiti civili lungo le principali arterie stradali.

Proprio durante i servizi appiedati, i militari diretti dal Comandante Interinale della Stazione di San Vito Lo Capo, Maresciallo Salvatore Miceli, nella tarda mattinata di domenica, hanno notato due giovani marocchini che, armati di una spranga di ferro, dopo aver malmenato un connazionale, lo inseguivano nonostante la presenza di numerose famiglie con bambini.

Solo il tempestivo intervento dei Carabinieri ha consentito di porre termine all’aggressione. I due uomini, Zakaria TIOUK 24enne e Mohamed TIOUK 26enne, sono stati infatti raggiunti e ammanettati dai militari mentre la vittima è stata prima soccorsa e successivamente ascoltata nell’esposizione dei fatti in sede di denuncia. L’arresto è stato convalidato dal Tribunale di Trapani nella mattinata di lunedì.

Nelle stesse ore, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno continuato l’attività di contrasto al fenomeno dello spaccio di stupefacenti tra Castellammare del Golfo e Alcamo.

A seguito delle numerose perquisizioni poste in essere dai militari, anche in abiti civili, è stato rinvenuto stupefacente in modica quantità nella disponibilità di A.A., alcamese 54enne, e E.C., tunisino 48enne. Quest’ultimo, oltre a condividere con A.A. la segnalazione alla Prefettura in quanto assuntore di stupefacenti, è stato anche deferito all’Autorità Giudiziaria per aver fornito false generalità e per possesso ingiustificato di un coltello a serramanico.

I controlli dei Carabinieri proseguiranno e si intensificheranno per tutto il periodo estivo al fine di prevenire e reprimere i reati e per garantire un soggiorno sicuro e pacifico alle migliaia di turisti che in queste settimane stanno affollando le principali località balneari.

1

tiouk zakaria 03.01.1993

tiouk mohamed 30.08.1991

views:
3324
ftf_open_type:
kia_subtitle:
I militari hanno notato due giovani che, armati di una spranga di ferro, dopo aver malmenato un connazionale, lo inseguivano nonostante la presenza di numerose famiglie con bambini
MarsalaLive