Marsala, Festival del Tramonto: la II edizione si apre con fiori, pittura, danza e dolcezza

Domenica 16 nella piazza di SS. Filippo e Giacomo si terrà un’estemporanea di pittura dedicata all’artista Vito Trapani

Marsala – Fiori, artigianato, musica dal vivo, danza, commedia dialettale, pittura, dolci che inneggiano al crepuscolo e sapori e giochi della tradizione locale. Sono questi gli ingredienti dei primi quattro giorni della seconda edizione del Festival del Tramonto che si terranno a Marsala, tra la piazza antistante la chiesa di SS. Filippo e Giacomo e il chiano du Curso Ranni, in contrada Conca bassa.

Ecco il dettaglio delle varie giornate:

Venerdì 14 luglio alle ore 20.00 ad aprire il Festival sarà il concerto di: “Quei tre”, trio composto da Gabriele Di Pietra (liuto), Carlo Barbera (chitarra classica) e Delia Gerardi (voce). Intanto la piazza accoglierà esposizioni di artigianato locale e le composizioni floreali realizzate dai fioristi locali sul tema: “Fiorisce il tramonto”. Nella stessa serata sarà presentato il concorso fotografico “Un click al tramonto”. “Il click più bello” vincerà un week-end in una struttura ricettiva nell’isola di Favignana. (Regolamento e info su https://www.facebook.com/Festival-del-Tramonto-1732908780312719/) che si concluderà il 21 luglio e la cui premiazione è fissata per il 23 luglio, in occasione del convegno finale del Festival. Il pubblico presente assisterà anche alla performance del writer Alessandro Gandolfo, detto Nanno. Spazio per le delizie locali, seguirà un aperitivo servito mentre cala il sole all’orizzonte. La seconda parte della serata sarà aperta dal passo a due dei maestri di danza Giovanna Panicola e Giovanni Paladino, poi sarà il gruppo musicale “Insieme per caso” (Filippo Sammartano alla tastiera, Angelo e Jessica De Paquale voci soliste e Giuseppe Mazzara alla fisarmonica) ad animare la serata.

Sabato 15 luglio alle ore 21,00 sarà la volta del teatro con la commedia dialettale di Rocco Chinnici (non il magistrato) dal titolo “Chi beddro regalo chi mi fice me figghia” a cura dell’associazione Artisti ppi Joco di Dattilo, associata alla FITA – federazione italiana teatro amatoriale-. “Capita spesso che, per paura delle reazioni degli altri, si evita di dire la verità e si preferisce stravolgere la realtà – spiega il presidente dell’associazione Salvatore Genna – .Quando però mentire non serve più, perché la verità sta inevitabilmente per venir fuori, allora si ricorre a qualsiasi espediente, anche il più drastico, per poter quantomeno attenuare le conseguenze. Si alterneranno pertanto in scena momenti di vita quotidiana, contornati da numerosi episodi esilaranti e dall’immancabile finale a sorpresa. Per conoscerlo dovrete venire a vederci sabato sera”.

Domenica 16 luglio ritorna, come lo scorso anno, l’appuntamento con tele e pennelli: alle ore 19,30 la piazza accoglierà l’estemporanea di pittura dal titolo: “Tutti i colori del tramonto” che quest’anno sarà dedicata all’artista Vito Trapani, recentemente scomparso, e al quale va un doveroso tributo. (per info e iscrizioni è possibile inviare un messaggio su https://www.facebook.com/Festival-del-Tramonto-1732908780312719/ oppure una email a festivaltramontomars@libero.it). Poi sarà il concerto del Maestro di chitarra Marco Bilardello ad accompagnare il calar del sole.

Nella stessa serata si terrà il concorso “Un dolce (al) tramonto”: pasticceri non professionisti saranno chiamati a presentarsi in piazza con una torta che racconti la bellezza del crepuscolo (per info https://www.facebook.com/events/148599255697049/). Concluderà la serata l’esibizione della scuola ASD Emozione danza di Giovanna Panicola e Giovanni Paladino: “Danzando al tramonto”.

Durante le tre serate in piazza SS. Filippo saranno presenti stand di ceramisti, creatrici di opere in pasta di sale e pasta di mail e apicoltori.

Lunedì 17 luglio il tramonto diventa scenario di tradizioni e folklore. In contrada Conca Bassa dove, a partire dalle 21,00, si terrà la “Festa di borgata – Chiano du Cursu Ranne” a base di canti e poesie popolari con la partecipazione del gruppo folk “Marsala ‘nfesta”, con esposizione di scope di giummara e delle culture in tufo dell’artigiano locale Peppe Genna ed altri. A seguire la “Sagra dei babbaluci” e la degustazione di prodotti locali. Per concludere con il “Torneo di baddre”.

L’ingresso a tutte le serate è gratuito.

Festival del Tramonto, al via a Marsala la II edizione: “Coltivare bellezza è necessario”

vito trapani artista

chianuranne

insieme per caso

marco bilardello fest

artistippiJoco

quei tre (1)

views:
1822
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Domenica 16 nella piazza di SS. Filippo e Giacomo si terrà un’estemporanea di pittura dedicata all’artista Vito Trapani
MarsalaLive