Una 27enne precipita da giostra del Luna Park: morta dopo un volo di 20 metri

La giovane si è sganciata dal supporto a cui era assicurata, cadendo nel vuoto sotto gli occhi di decine di presenti. Inutili i soccorsi

Una giovane mamma, Francesca Galazzo, è morta in un incidente avvenuto in un Luna Park a San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno). La ragazza, di 27 anni, è precipitata da un’altezza di circa 20 metri, dopo essere salita su una delle attrazioni. Con lei c’era un’amica. Entrambe erano assicurate ai rispettivi supporti, tuttavia a un certo punto la 27enne si è sganciata cadendo nel vuoto sotto gli occhi di decine di presenti. La ragazza è morta pochi istanti dopo la caduta, a seguito delle gravissime lesioni riportate.

Si chiama Sling Shot la giostra da cui, nella serata di venerdì, è precipitata, morendo, la 27enne. La Procura ha disposto il sequestro della giostra, una capsula gravitazionale. Sarà l’inchiesta della magistratura ascolana a stabilire cosa non ha funzionato nel dispositivo di sicurezza al quale la giovane era stata agganciata prima che l’attrazione venisse messa in movimento dal personale preposto.

La capsula gravitazionale viene lanciata ad alta velocità verso l’alto da corde elastiche agganciate alla sommità di due pali laterali e compie ulteriori evoluzioni durante il minuto previsto, compresa la rotazione su se stessa, ribaltandosi e generando, secondo chi ha sperimentato l’attrazione, una sensazione di confusione. Probabile, insomma, che l’amica della donna non si sia resa conto di cosa stesse avvenendo. La 27enne sarebbe caduta sulla piattaforma sottostante quando la capsula, dopo aver raggiunto la quota massima di altezza, stava riscendendo verso il punto di partenza.

views:
7498
ftf_open_type:
kia_subtitle:
La giovane si è sganciata dal supporto a cui era assicurata, cadendo nel vuoto sotto gli occhi di decine di presenti. Inutili i soccorsi
MarsalaLive