Appello al sindaco di Marsala: “E’ l’ora delle piste ciclabili. Se si vuole, si può”

Antonino Gerardi: "Caro Sindaco, è l’ora delle scelte: non faccia Dottor Pupillo e Mister Hyde. Si ricordi soprattutto della sua apprezzata identità di medico"

Marsala – Ci faccio portavoce delle tante persone e amici che mi contattano sull’argomento conoscendo la nostra sensibilità in materia per RIVOLGERE UN APPELLO AL SINDACO DOTT. ALBERTO DI GIROLAMO PERCHE’ LA SUA AMMINISTRAZIONE SI ADOPERI SUBITO PER LA CREAZIONE A BREVE DI NUOVE PISTE CICLABILI ALL’INTERNO DELL’AREA URBANA DI MARSALA.

Di fronte alla consueta risposta pubblica sulla mancanza di risorse diciamo subito che si tratta di un’operazione dai costi molto contenuti se realizzata in certi termini, specialmente se confrontata alle centinaia di migliaia di euro che già si stanno spendendo in questi anni per alcune opere dagli oneri sempre in lievitazione oppure rispetto ai costi delle rotatorie stradali.

Vogliamo qui ricordare che i monitoraggi sia dell’aria che del traffico (con il delirio di decine di migliaia di auto in entrata e in transito quotidianamente nell’area urbana di Marsala) hanno dato risultati molto preoccupanti sui quali è la stessa legge che impone di intervenire per migliorare la qualità dell’aria, considerato anche l’effetto cumulo degli altri fattori inquinanti quali impianti di riscaldamento, aree industriali, discariche, ecc.

E’ evidente a tutti come negli ultimi anni sia aumentato enormemente anche a Marsala il numero di persone che utilizza la bicicletta come mezzo di trasporto quotidiano, vuoi per una maggiore consapevolezza, vuoi per la crisi che rende quasi insostenibili i costi del mantenimento di un’autovettura, vuoi per aver provato il piacere e la facilità di movimento con le due ruote a pedali.

Un’Amministrazione che tiene al benessere ed alla qualità della vita dei suoi cittadini si adopererebbe in tutti i modi per incentivare il più possibile l’utilizzo di questo mezzo, scoraggiando nel contempo altre forme di mobilità nocive per la salute personale, dell’ambiente e del portafoglio.

Una pista ciclabile “low cost” viene a costare circa 20mila euro per km e anche meno se ci si limita allo stretto indispensabile: con i soldi dei parcheggi auto ne potremmo realizzare 150 km., ma naturalmente si può dare un segnale forte e chiaro all’intera comunità cominciando gradualmente dal centro e dalle strade in pianura, trovando le soluzioni per liberare gli spazi e adibirli al passaggio delle bici. Attualmente molte strade vengono ristrette dal doppio senso di marcia e dal parcheggio laterale per i veicoli creando disagi e pericoli per il transito delle biciclette. Cominciamo a ragionare e lavorare su queste: l’importante è che ci sia la lungimiranza e la volontà politica per farlo. SE SI VUOLE, SI PUO’!

Caro Sindaco, è l’ora delle scelte: non faccia Dottor Pupillo e Mister Hyde. Si ricordi soprattutto della sua apprezzata identità di medico.

Gli sviluppi scientifici, sanitari ed economici mondiali dicono a tutti, soprattutto agli amministratori pubblici eletti dal popolo, che bisogna liberare il più possibile le città dal traffico veicolare motorizzato per ragioni di salute, di vivibilità e di costi sia sociali che economici.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità non più di due mesi fa ha certificato in maniera definitiva i sicuri effetti cancerogeni delle emissioni dei gas dalle automobili e tutti i più autorevoli studi scientifici internazionali concordano nel ritenere le polveri sottili ed ultrasottili in libera uscita dai tubi di scappamento i principali fattori killer che inquinano il nostro habitat e causano gravi malattie, spesso mortali.

Alla luce di tutto questo è chiaro che bisogna prendere una strada completamente diversa favorendo forme di mobilità alternative e meno, se non per niente, dannose: esistono miriadi di possibilità e di modelli concreati relizzati in Italia e nel mondo. Perché la Citta di Marsala non dev’essere parte di questi esempi virtuosi che attirano ammirazione e visibilità ovunque?

In conclusione l’importante è come sempre avere un progetto coerente, sapere dove si vuole portare la Città e in che modo per renderla sempre più vivibile, salubre e motivo di attrazione generale, cosa che porterà sicuri benefici anche dal punto di vista economico.

Sono sicuro, caro Sindaco, che non ci deluderà ed al più presto renderà un favore a tutti i suoi concittadini incentivandoli al piacere ed al benessere di una bella e sicura pedalata quotidiana.

Antonino Gerardi

views:
1591
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Antonino Gerardi: "Caro Sindaco, è l’ora delle scelte: non faccia Dottor Pupillo e Mister Hyde. Si ricordi soprattutto della sua apprezzata identità di medico"
MarsalaLive