Presentato il programma dei Treni Storici di Fondazione FS Italiane in Sicilia per il 2017

Dal Treno del Barocco, ai Treni dei Templi. Si parte domenica 30 luglio con il primo dei quattro programmati, Treno del Barocco. Si tratta della “punta di diamante” dell’offerta ferroviaria e turistica...

Presentato, presso la stazione di Catania Centrale, il programma dei treni storici e turistici in Sicilia per l’anno 2017, promosso dall’Assessorato al Turismo della Regione e dalla Fondazione FS Italiane.

Dopo un avvio di anno che ha fatto registrare un notevole incremento dei servizi ferroviari a carattere turistico nell’isola, con numerosi treni charter acquistati da tour operator tedeschi sulla Ferrovia dei Templi, Agrigento – Porto Empedocle, l’Assessorato al Turismo della Regione Siciliana ha voluto contribuire al finanziamento di un ricco programma di treni storici che interesserà diverse aree del territorio. Si parte domenica 30 luglio 2017 con il primo, dei quattro programmati, Treno del Barocco. Si tratta della “punta di diamante” dell’offerta ferroviaria e turistica della Fondazione FS Italiane in Sicilia, un evento che annualmente richiama migliaia di turisti provenienti da tutta Italia, che accorrono a Siracusa per salire a bordo della antiche carrozze “centoporte” degli anni 30 e visitare il Val di Noto.

Due gli itinerari proposti in questa edizione: il 30 luglio ed il 20 agosto sono programmate escursioni nei centri storici di Noto e Modica, mentre il 6 agosto ed il 3 settembre visite guidate a Scicli e Ragusa Ibla. La partenza è per le ore 8.30 dalla stazione di Siracusa, con ritorno programmato per le 19. Il costo del biglietto, acquistabile su tutti i canali di Trenitalia (biglietterie e self service di stazione, app, sito ufficiale ed agenzie viaggi abilitate) è di 20 euro per gli adulti e 10 euro per i ragazzi di età inferiore ai 12 anni, e comprende il viaggio di andata e ritorno, nonchè le visite guidate nei centri storici.

Il 20 agosto ed il 3 settembre 2017 appuntamento con il Treno dei Templi e del Mare: si tratta di una nuova formula studiata da Fondazione FS Italiane, per incrementare ulteriormente il bacino di utenza del già collaudato “Treno dei Templi”, che dal 2014, anno di riapertura all’esercizio della linea “Agrigento Bassa – Porto Empedocle”, fa registrare in ogni occasione il tutto esaurito. Quest’anno, infatti, la stazione di origine del treno storico, non sarà più Agrigento Centrale, bensì Caltanissetta Centrale al fine di consentire a tutti i residenti dei centri dell’entroterra, e ai turisti che vi soggiornano nel periodo estivo, di poter usufruire di questo servizio. La partenza è per le 9.30 dalla stazione di Caltanissetta Centrale, con il treno, espletato con le storiche “littorine” (climatizzate), che effettuerà fermata in tutte le stazioni intermedie, ovvero San Cataldo, Serradifalco, Canicattì, Castrofilippo, Racalmuto, Grotte, Aragona Caldare ed Agrigento Bassa. L’offerta turistica prevede la possibilità di accedere al Parco Archeologico della Valle dei Templi, mediante la fermata “Tempio di Vulcano”, oppure di proseguire fino a Porto Empedocle e quindi raggiungere le vicine spiagge, tra cui la celebre Scala dei Turchi. Previste, inoltre, delle “corsette” intermedie aventi origine a Porto Empedocle alle ore 14.55 e arrivo a Tempio di Vulcano alle 15.10, che consentiranno ai turisti che soggiornano a Porto Empedocle e comuni limitrofi, di poter raggiungere direttamente la Valle dei Templi in treno storico.

Il ritorno, dopo una intensa giornata al mare, oppure tra le rovine dei templi dorici, è programmato per le 18.10 da Porto Empedocle Succursale, con arrivo a Caltanissetta programmato per le 20.10. Il costo del biglietto relativo al Treno dei Templi e del Mare è di 15 euro per i passeggeri che saliranno nelle stazioni comprese tra Caltanissetta e Canicattì; 12 euro tra Castrofilippo e Grotte, e 8 Euro da Aragona Caldare e Agrigento Bassa. Per i ragazzi di età inferiore ai 12 anni, sarà applicato lo sconto del 50%. Anche per l’acquisto dei titoli di viaggio relativi ai Treni dei Templi e del Mare, è necessario fare riferimento ai canali di Trenitalia.

L’offerta dei treni storici prosegue con altre iniziative patrocinate dall’Assessorato Regionale al Turismo: il 3 settembre in occasione di “ViniMilo 2017 37^ edizione” a Milo, in provincia di Catania, arriverà un Treno storico, proveniente da Messina, con carrozze d’epoca tipo 1959 serie 45000 e locomotiva E.646. Il 17 settembre, sempre da Messina, partirà alla volta di Santa Venerina un treno storico, in occasione di “EnoEtna”; ed ancora, il 24 settembre, per la “Festa dei Formaggi Iblei” a Ragusa si rimetterà in moto il Treno del Barocco, con partenza da Siracusa; il prossimo 8 ottobre, per “I Presidi di Slow Food della Provincia di Trapani” previsto un servizio Trapani – Petrosino; infine sempre l’ 8 ottobre 2017, con partenza, questa volta, da Palermo Centrale, treno storico fino a San Cataldo in occasione della “Sagra della Ciambella e dei Grani Antichi Siciliani”.

Gli eventi sono organizzati dall’Assessorato regionale al Turismo e dalla Fondazione FS Italiane, con la collaborazione di Trenitalia Regionale, Rete Ferroviaria Italiana ed i comuni interessati dal transito dei treni. Tutte le informazioni relativi ai viaggi in treno storico in Sicilia, e non solo, sono reperibili presso il sito internet www.fondazionefs.it, o contattando i numeri di telefono 0644103520, oppure 3138719696.

Treni Storici di Fondazione FS Italiane in Sicilia--

Treni Storici di Fondazione FS Italiane in Sicilia.

Treni Storici di Fondazione FS Italiane in Sicilia-

Treni Storici di Fondazione FS Italiane in Sicilia

views:
1171
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Dal Treno del Barocco, ai Treni dei Templi. Si parte domenica 30 luglio con il primo dei quattro programmati, Treno del Barocco. Si tratta della “punta di diamante” dell’offerta ferroviaria e turistica...
MarsalaLive