Torna il caldo afoso che toglie il respiro

Questa nuova ondata di caldo, la quinta della stagione, interesserà tutta l'Italia, ma potrebbe essere più intensa e più duratura al Centrosud

Torna il caldo afoso che toglie il respiro e mozza il fiato. I primi giorni di agosto l’Italia sarà di nuovo investita dalla “canicola” portata dall’anticiclone africano che non lascia nessuna speranza all’arrivo di piogge provvidenziali. “Un’ondata di caldo intenso e umido investirà l’Italia i primi giorni di agosto, ma forse già dal 31 luglio, per attenuarsi dal 5 agosto in poi”, spiega Bernardo Gozzini, direttore del Consorzio Lamma (Laboratorio di Monitoraggio e Modellistica Ambientale) del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr).

“Non interesserà solo noi, ma anche Spagna, Corsica, e Francia meridionale”, dice Gozzini, secondo cui non sono previste piogge almeno fino al 10 di agosto, eccetto qualche temporale sulle Alpi. Questo a causa dell’arrivo sul mediterraneo dell’Anticiclone africano. Questa nuova ondata di caldo, la quinta della stagione, interesserà tutta l’Italia, ma potrebbe essere più intensa e più duratura al Centrosud.

Le temperature, sottolinea meteo.it, saranno decisamente sopra le medie, fino a picchi che potranno avvicinarsi ai 40 gradi nel corso della settimana in molte zone del Centrosud e della Pianura Padana orientale. Questo a causa della presenza di caldi venti meridionali che, sebbene non particolarmente intensi, contribuiranno a mantenere estremamente elevate le temperature. Soltanto l’estrema area nordoccidentale della nostra penisola, in particolare le Alpi piemontesi e la Val d’Aosta, vedranno una situazione più variabile con la possibilità di temporali che contribuiranno a mantenere le temperature più contenute.

views:
686
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Questa nuova ondata di caldo, la quinta della stagione, interesserà tutta l'Italia, ma potrebbe essere più intensa e più duratura al Centrosud
MarsalaLive