Torna “No More Plastic Bags”: campagna accende i riflettori sulla vita sottomarina nel Mediterraneo

Alle Egadi. Eco-shopper per sostituire i sacchetti di plastica killer dei mari

Per il secondo anno consecutivo, la Campagna di OCEANUS contro le buste di plastica torna nell’arcipelago delle Isole Egadi, in collaborazione con l’Area Marina Protetta “Isole Egadi” e il Comune di Favignana. Le nuove esclusive borse in cotone, da preferire alle micidiali buste di plastica, saranno distribuite gratuitamente a cittadini e turisti presso le sedi dell’Area Marina Protetta.

La Campagna “No More Plastic Bags”, di OCEANUS onlus, ha ricevuto il Patrocinio morale del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. Il progetto è finanziato proprio dall’Area Marina Protetta ‘Isole Egadi’ e le borse, già in produzione, stanno per essere consegnate sull’isola.

La campagna accende i riflettori sulla vita sottomarina nel Mediterraneo, messa sempre più a repentaglio dalla plastica, e per sensibilizzare ad una tutela dell’ambiente quanto più attenta e sostenibile. Non a caso l’Area Marina Protetta ‘Isole Egadi’ e il Comune di Favignana, hanno sostenuto anche il progetto Plastic, finalizzato a ripulire dalla plastica proveniente dal mare le spiagge di Levanzo, Marettimo e Favignana, con l’obiettivo di creare un’installazione artistica con la materia plastica recuperata.

“La plastica e i rifiuti abbandonati in mare, – spiega il Presidente dell’AMP e Sindaco di Favignana, Giuseppe Pagoto – rischiano di essere, e spesso lo sono, ingeriti da delfini, tonni e tartarughe marine, rivelandosi killer silenziosi del nostro ambiente. Anche per questo stiamo intensificando i nostri sforzi per una corretta gestione dei rifiuti sulle nostre isole, e per sensibilizzare sempre più i cittadini su questo grande problema”.

no more plastic bags 2017

views:
270
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Alle Egadi. Eco-shopper per sostituire i sacchetti di plastica killer dei mari
MarsalaLive