Marsala, Antonino Gerardi: “Bonifica e messa in sicurezza delle discariche di rifiuti”

"Atti delinquenziali che vanno bloccati e perseguiti secondo il codice ambientale. Ci sono montagne di rifiuti che mettono a rischio anche la salute di chi transita o lavora da quelle parti, per le problematiche..."

Marsala – Marsala città di storia, cultura a vocazione turistica negli ultimi anni si è trovata a dover fronteggiare un problema che è cresciuto in maniera esponenziale e fuori controllo le discariche abusive.

Quello che ho visto in questi mesi sulle nascita delle discariche abusive è un fenomeno che ha preso una brutta piega e dimensioni ormai incontrollate. C’è qualcuno che in spregio ad ogni regola civile utilizza aree fuori dal centro urbano per gettare rifiuti, utensili, materiale inquinante creando di fatti una discarica a cielo aperto, senza il minimo senso civico.

Sono atti delinquenziali che vanno bloccati e perseguiti secondo il codice ambientale. Le contrade di Paolini, Matarocco, Baiata, Misilla, Torrelunga Puleo, Ciavolo e Digerbato, ed altre periferie vedi Rinazzo o la zona della Zizza e tante altre contrade, ci sono montagne di rifiuti che mettono a rischio anche la salute di chi transita o lavora da quelle parti, per le problematiche igienico-sanitarie.

Noi sollecitiamo tutti gli organi preposti, dal Sindaco di Marsala, all’Assessore al ramo, al comandante della polizia urbana e tutte le aree di competenza degli organi di controllo ad attivare azioni di vigilanza sui luoghi incriminati per reprimere e punire i responsabili. O creare in queste zone una videosorveglianza per mettere fine a questo fenomeno che danneggia tutti i cittadini onesti e rispettosi delle regole nel conferire i rifiuti negli appositi cassonetti secondo i regolamenti comunali.

Siamo certi che chi ha competenza e il dovere di controllare possa smascherare chi utilizza zone cittadine come una discarica abusiva e che finalmente chi trasgredisce le leggi venga sanzionato e colpito senza attenuanti, per dare un segnale forte contro chi pensa che si possa fare gioco degli organi di controllo con azioni indegne e pericolose per la collettività.

Antonino Gerardi

views:
463
ftf_open_type:
kia_subtitle:
"Atti delinquenziali che vanno bloccati e perseguiti secondo il codice ambientale. Ci sono montagne di rifiuti che mettono a rischio anche la salute di chi transita o lavora da quelle parti, per le problematiche..."

Polls

Qual è il tormentone dell'estate 2017?

Vedi Risultati

Loading ... Loading ...
MarsalaLive