Marsala, don Vito Caradonna ridotto allo stato laicale: non è più prete

"Il vescovo chiede che si preghi per Caradonna e per tutti i presbiteri della Chiesa di Mazara del Vallo perché, fondati nella grazia dello Spirito Santo..."

Marsala – La Santa Sede ha decretato la perdita dello stato clericale per Vito Caradonna, con decisione suprema e inappellabile della Congregazione per il Clero. L’ex parroco di San Leonardo (Marsala), è stato condannato in via definitiva, lo scorso mese di settembre, a 2 anni di reclusione (pena sospesa) per tentata violenza sessuale.

I fatti contestati al religioso risalgono al febbraio 2005. Ad accusare il prete è stato un uomo di 38 anni. All’indomani della condanna in primo grado, emessa il 18 febbraio 2013, don Vito Caradonna, che nel 2012 era già stato trasferito a Santa Ninfa, fu “sospeso a divinis” dal vescovo della Diocesi di Mazara del Vallo, Domenico Mogavero.

Si legge in una nota ufficiale siglata dal cancelliere vescovile di Mazara che notifica a tutti gli effetti la perdita dello stato clericale di Caradonna: “Perdita dello stato clericale, dispensa dal sacro celibato e dispensa da tutti i doveri e perdita di tutti i diritti connessi all’ordinazione sacerdotale per don Vito Caradonna, condannato con sentenza definitiva per tentata violenza sessuale su un uomo e per questo sospeso “a divinis” dal febbraio 2013. L’uomo non potrà esercitare nessuna forma del ministero ordinario ma “sono e rimangono validi, se compiuti secondo le norme canoniche, gli atti svolti nell’esercizio lecito del ministero sacerdotale prima del 19 febbraio 2013, data della sospensione a divinis, in particolare i sacramenti celebrati e l’assistenza ai matrimoni”.

Prosegue la nota ufficiale: “Se ne dà comunicazione al Popolo di Dio perché con animo fraterno preghi per Vito Caradonna. Il vescovo chiede che si preghi per lui stesso e per tutti i presbiteri della Chiesa di Mazara del Vallo perché, fondati nella grazia dello Spirito Santo ricevuta nel Sacramento dell’Ordine e nell’imitazione di Gesù Buon Pastore, vigilino sulla propria condotta e con animo lieto si sottopongano alla disciplina ecclesiastica e vivano in quella pace che il mondo non può dare e che viene da Dio solo”.

views:
5383
ftf_open_type:
kia_subtitle:
"Il vescovo chiede che si preghi per Caradonna e per tutti i presbiteri della Chiesa di Mazara del Vallo perché, fondati nella grazia dello Spirito Santo..."
MarsalaLive