On. Milazzo: “Concluso l’iter per il montaggio della Nave Romana al Museo Lilibeo di Marsala”

"Adesso, insieme alla nave punica, alla Sister Ship, al carico di anfore del relitto di Marausa, ai due relitti medievali del lido signorino, ai ceppi d'ancora in piombo, alle ancore in pietra, la Nave Romana..."

Il decreto di finanziamento dell’Assessore regionale ai Beni Culturali Avv. Vermiglio per l’allestimento museale del relitto della Nave Romana al Museo Lilibeo di Marsala conclude l’iter per la collocazione e il montaggio dell’importante reperto, il cui restauro è stato ultimato nel 2014.

Grazie al decreto emendato nel 2015 dall’Assessore Purpura, ne fu determinata l’assegnazione al Museo lilibetano, ponendo fine a una ridicola battaglia di campanile nel rispetto delle norme europee sulla progettualità dei beni culturali.

Adesso, finalmente, insieme alla nave punica, alla Sister Ship, al carico di anfore del relitto di Marausa, ai due relitti medievali del lido signorino, ai ceppi d’ancora in piombo, alle ancore in pietra, la Nave Romana potrà realmente dare corpo all’unico museo navale della Sicilia. In un percorso museale integrato che comprende l’itinerario subacqueo di Lilibeo, Mothia e la Riserva naturale dello Stagnone. Forte di queste straordinarie testimonianze, il nostro territorio potrà svolgere sempre più il ruolo di importante attrattore turistico-culturale.

Questo è l’obiettivo che ci eravamo posti con i Direttori del Museo Baglio Anselmi, prima fra tutti la Dott. Maria Luisa Famà, e che è stato accolto dal Governo regionale, al di lá e al di sopra di ogni piccola , inutile, guerra di campanile.

Adesso è però necessario investire risorse aggiuntive per consentire la piena fruizione del costituendo Parco archeologico di Lilibeo e del Museo della Nave Punica e su questo continuerò a sollecitare l’Assessore.

Antonella Milazzo

views:
614
ftf_open_type:
kia_subtitle:
"Adesso, insieme alla nave punica, alla Sister Ship, al carico di anfore del relitto di Marausa, ai due relitti medievali del lido signorino, ai ceppi d'ancora in piombo, alle ancore in pietra, la Nave Romana..."
MarsalaLive