“La giungla puzzolente di Porta Nuova risistemata. E poi?”

di Enzo Amato - "A me non è mai piaciuto questo giardino finto, con un finto prato ridicolo. Adesso mancano solo le scimmie. Ma adesso vedo il bicchiere... mezzo pieno"

Marsala – Tutti conosciamo l’immagine del bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto: un bicchiere riempito fino a metà di un qualsiasi liquido apparirà all’ottimista mezzo pieno e al pessimista mezzo vuoto. Mentre colui che vorrà farsi vedere furbo e intelligente dirà che è mezzo pieno e mezzo vuoto.

Per la verità non è facile mantenere una visione delle cose, cioè del reale che ci circonda con un minimo di obiettività. Questo perché noi umani esprimiamo molto “soggettivamante” i nostri vissuti, le nostre opinioni.

La questione dei giardini artificiali di piazza della Vittoria (Porta Nuova), a Marsala, fa ormai discutere da alcuni anni. Io, insieme a Ciccio Anastasi, ho scritto pure una canzone/parodia (Porta Nuova Style). A me non è mai piaciuto, per niente, questo giardino finto, con un finto prato ridicolo. Mancano solo le scimmie. E dire “sempre meglio di prima quando c’erano le auto parcheggiate…” è semplicemente sbagliato, perché con un semplice divieto si sistemava tutto e si poteva pensare ad un bando di idee aperto a tutti.

Inizialmente dovevano essere “piccoli” lavori di manutenzione”. La Giulia Adamo ci ha “regalato” ed ereditato, una giungla puzzolente non gradita. La Porta Nuova “Style” è sempre stata, per dirla alla Fantozzi, una cagata pazzesca. Una “cosa” davvero brutta ed ingombrante. Inutile! E quel poco di buono che c’era all’inizio adesso non c’è più.

Ho scritto un anno fa su Marsala Live: “Togliamola”. Mi hanno risposto: “Non ci sono i soldi”. Troviamo dei volontari allora, io ci sono. Stamattina, a seguito di incresciosi fatti delinquenziali verificatisi nel corso dell’estate, è stata predisposta una risistemazione dell’area al fine di consentire un più efficace controllo della forze di Polizia. Su disposizione del sindaco, gli operatori del verde pubblico comunale hanno iniziato a rimuovere la prima linea di tufi (quella posta lungo viale Isonzo), dove le piante precludono la completa visione verso l’Arco di Porta Nuova e, da questa, verso l’area archeologica, a beneficio delle pattuglie in servizio ma anche dei visitatori.

Non si poteva proseguire? Perché lasciare sempre le cose “in tririci”? Perché non si trova mai il coraggio di risolvere queste “sciocche” situazioni che il cittadino apprezzerebbe. Non mi venite a dire che “i giovani amano questo posto”… L’ho sentito dire troppe volte. In effetti molti la pensano realmente così. Ma perché, allora, non lo dite ai turisti che vengono a Marsala? Le risposte saranno simili a queste: “C’è troppa puzza”, “Ma cosa rappresenta?”, “Ma perché non lo curano?”, “Ma a Marsala c’era bisogno del prato finto?”, “Rovina la bellezza della Porta Nuova e della meravigliosa piazza della Vittoria”.

Il sindaco ha sottolineato che “una progettazione della nuova piazza è già in corso, per cui l’area sarà oggetto di un più organico e definitivo intervento di riqualificazione subito dopo la disponibilità del relativo finanziamento e del successivo appalto”. Speriamo bene. Io inizio a contare i giorni. E vedo il bicchiere mezzo pieno.

Enzo Amato

Marsala, sicurezza pubblica: interventi anche nel “giardino” di Porta Nuova

views:
1798
ftf_open_type:
kia_subtitle:
di Enzo Amato - "A me non è mai piaciuto questo giardino finto, con un finto prato ridicolo. Adesso mancano solo le scimmie. Ma adesso vedo il bicchiere... mezzo pieno"
MarsalaLive