Carabinieri nelle aziende agricole: scoperti 44 lavoratori in nero

I militari hanno sospeso due attività, elevato multe per 110 mila euro e e denunciato quattro imprenditori per aver istallato un sistema di videosorveglianza senza autorizzazione

Quarantaquattro lavoratori in nero sono stati scoperti dai carabinieri del gruppo per la tutela del lavoro di Palermo durante controlli in alcune aziende agricole nelle province di Palermo, Agrigento e Trapani. Cinque sono stati individuati in due aziende controllate tra Camporeale e Contessa Entellina, nel Palermitano, e Poggioreale (Trapani). I militari hanno elevato multe per 5 mila euro.

Nei comuni di Bivona, Menfi, Campobello di Licata, Sambuca di Sicilia, Santa Margherita Belice e Cammarata (Agrigento) sono state controllate 10 aziende e sono emersi 37 lavoratori in nero. I militari hanno inoltre sospeso due attività, elevato multe per 110 mila euro e e denunciato quattro imprenditori per aver istallato un sistema di videosorveglianza senza autorizzazione.

A Marsala, il titolare di una azienda di zootecnia è stato denunciato alla Procura per caporalato. Oltre la denuncia sono scattate multe per 24 mila euro. L’uomo, risultato fra l’altro sconosciuto all’Inps e non iscritto alla Camera di Commercio di Trapani, avrebbe impiegato due romeni in un allevamento di ovini senza contratto, senza controlli sanitari, senza diritti, pagandoli due euro l’ora. Secondo quanto scoperto dai carabinieri, l’uomo dava loro ospitalità presso la propria azienda, sfruttandone quindi lo stato di necessità e facendogli svolgere turni di ben 11 ore al giorno, sette giorni su sette. clicca qui

views:
3099
ftf_open_type:
kia_subtitle:
I militari hanno sospeso due attività, elevato multe per 110 mila euro e e denunciato quattro imprenditori per aver istallato un sistema di videosorveglianza senza autorizzazione
MarsalaLive