Consegnato il “Premio Cittadino Europeo 2017” ai pescatori di Mazara per i salvataggi di migranti

"Per i nostri pescatori salvare vite in mare è scritto nel loro dna. Loro stessi vivono quotidianamente la cosiddetta 'guerra del pesce' e non si tirano mai indietro nel salvare vite umane..."

Nella sala congressi di Villa Salviati a Firenze, dimora storica e oggi sede dell’European University Institute, è stato consegnato ai pescatori siciliani di Mazara del Vallo il “Premio Cittadino Europeo 2017”.

A consegnare il premio è stata Michela Giuffrida, Deputata al Parlamento Europeo, che ha proposto la candidatura dei pescatori mazaresi, sostenuta anche dal già Ministro On. Cécile Kyenge. L’On. Giuffrida ha così letto la motivazione: “La più importante flotta peschereccia del Mediterraneo, della città che ospita la più numerosa comunità tunisina presente in Italia, i cui pescatori nel tempo hanno salvato nel tempo migliaia di migranti che intraprendono il viaggio verso l’Europa”.

A ricevere il premio sono stati il Presidente del Distretto della Pesca e Crescita Blu Giovanni Tumbiolo ed i capitani ed armatori Domenico Asaro e Alberto De Santi, rappresentanti del Coordinamento Filiera Ittica mazarese.

«Per i nostri pescatori – ha dichiarato il presidente Tumbiolo – salvare vite in mare è scritto nel loro dna. Loro stessi vivono quotidianamente la cosiddetta “guerra del pesce” e non si tirano mai indietro nel salvare vite umane, rischiando perfino la loro vita. I pescatori sono i nuovi eroi del Mediterraneo. Il peschereccio mazarese – ha spiegato Tumbiolo – è la metafora della convivenza pacifica, a bordo ci lavorano pescatori di nazionalità, culture, lingue e religioni diverse. Questo è oggi un esempio straordinario di cooperazione basata sul lavoro, di accettazione dell’altro, di convivenza pacifica. È un grande messaggio di pace».

L’On. Giuffrida ha sottolineato: «I pescatori di Mazara del Vallo sono l’incarnazione dell’Europa solidale che non si volta dall’altra parte, sono loro e quelli come loro i veri cittadini europei. Il Premio del cittadino europeo rimarca che sono le persone a fare l’Europa e le Istituzioni riconoscono il valore di quanti si impegnano a costruire una Unione più solidale, più giusta, più equa».

views:
285
ftf_open_type:
kia_subtitle:
"Per i nostri pescatori salvare vite in mare è scritto nel loro dna. Loro stessi vivono quotidianamente la cosiddetta 'guerra del pesce' e non si tirano mai indietro nel salvare vite umane..."
MarsalaLive