Vittime di violenza di genere: presentato al Ministero manuale Asp Trapani per i Pronto soccorso

Nella maggior parte dei casi la violenza era stata perpetrata da uomini e l'ambiente prevalente della violenza era quello familiare (45,5%), in particolare da parte del partner (39,7%)

Presentato dall’Azienda sanitaria provinciale di Trapani al ministero della Salute un manuale dedicato agli operatori di pronto soccorso degli ospedali italiani, per le indicazioni operative per l’assistenza alle persone vittime di violenza di genere.

E’ il risultato uno dei tavoli tecnici del progetto “REVAMP (REpellere Vulnera Ad Mulierem et Puerum) – Controllo e risposta alla violenza su persone vulnerabili: la donna e il bambino, modelli d’intervento nelle reti ospedaliere e nei servizi socio-sanitari in una prospettiva europea”, presentato martedì scorso nel corso del rapporto finale del progetto nella sede del Ministero della Salute a Roma, Auditorium “Cosimo Piccinno”.

Alla disseminazione dei risultati del tavolo tecnico, è stata designata l’ASP di Trapani, nella persona di Antonio Sparaco, responsabile rete interistituzionale per la lotta alla violenza di genere dell’ASP.

Il Piano nazionale di Prevenzione del ministero della Salute 2014-18 nel macro-obiettivo di “promozione della salute mentale del bambino, adolescente e giovane” prevede tra i fattori di rischio da affrontare la violenza sessuale, l’abuso e la trascuratezza. Nei flussi di PS EMUR (EMergenza URgenza) di Piemonte, Toscana e Sardegna, dal 2011 utilizzati in tutti i centri di PS di queste regioni, si è osservato una tasso di accesso in PS per violenza di 1.300 donne ogni 10.000 residenti, oltre il 70% delle quali di età 15-49 anni.

Nella maggior parte dei casi la violenza era stata perpetrata da uomini e l’ambiente prevalente della violenza era quello familiare (45,5%), in particolare da parte del partner (39,7%).

Per combattere tale fenomeno il Ministero della salute ha finanziato questo progetto, con acronimo REVAMP, nell’ambito programmatico CCM(Centro Controllo Malattie).

Particolare apprezzamento è stato manifestato dal ministro Beatrice Lorenzin, che ha ricevuto da Sparaco la prima copia del manuale operativo, da Serena Battilomo, Direttore generale Tutela della salute della donna, dei soggetti vulnerabili e contrasto alle diseguaglianze del ministero e dal prof. Paolo Cremonesi, referente scientifico del progetto e Direttore Medicina e Chirurgia d’Accettazione e d’Urgenza Ospedali Galliera, Genova 9.

“Il manuale – spiega Sparaco – prevede al suo interno diverse sezioni tra cui l’accoglienza diversificata tra donne, bambini ed adulti vulnerabili, la sezione dedicato allo screening secondo il protocollo Escape e una sezione dedicata agli indicatori ed una ai vari tipi di abuso con segni e sintomi. Nei prossimi giorni gran parte dei pronto soccorso italiani avranno a disposizione tale strumento per poter operare in una moderna prospettiva europea”.

Nella provincia di Trapani il commissario dell’ASP Giovanni Bavetta ha deciso di distribuirlo simbolicamente il prossimo 25 novembre, giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne.

views:
309
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Nella maggior parte dei casi la violenza era stata perpetrata da uomini e l'ambiente prevalente della violenza era quello familiare (45,5%), in particolare da parte del partner (39,7%)
MarsalaLive