“Rendiconto della gestione per il 2016? Uno scandaloso ritardo di 6 mesi”

Aldo Fulvio Rodriquez: "Studiare la predetta proposta di deliberazione, i numerosissimi allegati e la relazione dell’organo di revisione in pochissimi giorni e quasi impossibile"

Marsala – Il sottoscritto consigliere comunale Aldo Fulvio Rodriquez, portavoce del Movimento 5 Stelle, preliminarmente, intende criticare aspramente l’amministrazione comunale in quanto la proposta di deliberazione consiliare del rendiconto della gestione per l’anno 2016 è pervenuta al Consiglio Comunale soltanto il 16 novembre 2017, con uno scandaloso ritardo di sei mesi e 16 giorni; in tal modo viene penalizzato il ruolo del consigliere comunale.

Studiare la predetta proposta di deliberazione, i numerosissimi allegati e la relazione dell’organo di revisione in pochissimi giorni e quasi impossibile.

Rileva che l’amministrazione comunale non ha effettuato una costante azione di contrasto all’evasione tributaria; prova ne è che nel bilancio di previsione erano state preventivate per “recupero evasione tributaria” 3 milioni e mezzo di euro mentre dal rendiconto della gestione relativo all’anno 2016 (bilancio consuntivo) s’evince che sono stati effettuati accertamenti (per evasione a) ICI/IMU, b) TARSU/TIA/TASI, c) ICIAP, d) IMPOSTA PUBBLICITA? E TOSAP) pari a 2 milioni 655.178 euro e sono state riscosse soltanto 1 milione 457.293 euro pari al 54,88%.

L’amministrazione comunale ancora una volta non ha revisionato i proventi del patrimonio immobiliare dell’Ente e non ha proceduto alla regolarizzazione dei contratti; non ha proceduto ad aggiornare l’inventario dei beni mobili ed immobili; non ha monitorato la spesa corrente; non ha monitorato il contenzioso in corso; non ha monitorato i costi dei servizi a domanda individuale; non ha monitorato la spesa per il personale ammontante a circa 22 milioni di euro.

Non ha trasmesso il piano triennale di contenimento delle spese alla competente sezione regionale di controllo della Corte dei Conti.

Lo scrivente chiede che una volta approvato il bilancio consuntivo 2016 lo stesso venga trasmesso alla competente sezione regionale di controllo della Corte dei Conti ivi compreso il prospetto delle spese di rappresentanza sostenute dagli organi di governo dell’Ente nell’anno 2016.

L’amministrazione deve adottare tutte le misure organizzative (procedure di spesa e di allocazione delle risorse) per garantire il tempestivo pagamento delle somme dovute per somministrazioni, forniture ed appalti.

L’amministrazione dovrà prestare una attenzione particolare al patrimonio dell’Ente finalizzato alla sua conservazione e valorizzazione ed eventualmente alla sua alienazione. A tal proposito lo scrivente chiede sin d’ora che nel bilancio di previsione 2018 le poste attive relative alla vendita dei beni immobili di proprietà dell’Ente (Villa Damiani, macello comunale etc..) si inseriscano dati incontrovertibili frutto di una stima che dovrà essere affidata all’ufficio tecnico erariale o ad un professionista esterno (dichiarazione di stima giurata).

L’amministrazione deve immediatamente procedere ad avviare un ripianamento delle passività e dei debiti fuori bilancio costantemente in crescita.

E’ necessario altresì che l’amministrazione proceda al controllo mensile dei flussi di cassa e non solo nella fase obbligatoria degli equilibri previsti al 31 luglio di ogni anno.

L’amministrazione comunale non può sistematicamente ricorrere alle cosiddette “anticipazioni di cassa” ad opera del tesoriere (UNICREDIT s.p.a.), ex art.222 del Testo Unico Enti Locali (3/12 delle entrate correnti accertate nel penultimo anno precedente), e tali ANTICIPAZIONI devono costituire una eccezione e non la regola.

Tenendo conto dei principali elementi di criticità della Corte dei Conti occorre affrontare seriamente il problema dei debiti fuori bilancio e della mancata riscossione dei crediti.

Infine il sottoscritto intende richiedere alcuni chiarimenti:

a) Come mai l’Ente non ha provveduto al rinnovo del contratto di locazione con la società conduttrice dell’immobile sito nella via Cammareri Scurti e come mai l’Ente incassa da molti anni 10.000 euro al mese pari a 120.000 mila euro annui piuttosto che 147.905,16.

b) Cosa si intende per “fitto figurativo” del Tribunale di Marsala; tale fitto ammonta ad € 382.400,00; lo stesso viene regolarmente riscosso?

c) Sono menzionate in bilancio le uscite relative alla voce musei e teatri? E quelle relative al canile municipale?

d) Era stato detto che entro il 2017 dovevate procedere ai lavori di ristrutturazione del ponte sito sullo scorrimento veloce, come mai non avete provveduto?

e) Per la manutenzione e gestione degli impianti sportivi cosa avete in mente di fare?

f) Quali iniziative l’amministrazione comunale intende adottare per l’azione di contrasto all’evasione tributaria? Gli introiti continuano a diminuire e nulla è stato ancora fatto da questa Amministrazione per invertire il trend;

g) Entro il 31 dicembre 2017 il Consiglio Comunale dovrà approvare il bilancio di previsione 2018; l’amministrazione comunale quando pensa di fare pervenire al Consiglio Comunale la relativa proposta di deliberazione?

Aldo Fulvio Rodriquez
Portavoce del Movimento 5 Stelle Marsala

views:
360
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Aldo Fulvio Rodriquez: "Studiare la predetta proposta di deliberazione, i numerosissimi allegati e la relazione dell’organo di revisione in pochissimi giorni e quasi impossibile"
MarsalaLive