Asp di Trapani, quando la chirurgia otorino si avvale di un “navigatore”

“Si tratta di una delle più moderne attrezzature nel campo della tecnologia sanitaria che aiutano il chirurgo otorino nella chirurgia del naso e dei seni paranasali, permettendogli ampi margini di sicurezza”

Trapani – Potenziata la chirurgia del reparto di Otorinolaringoiatria dell’ospedale S. Antonio Abate di Trapani, attraverso la dotazione di un navigatore chirurgico.

“Si tratta di una delle più moderne attrezzature nel campo della tecnologia sanitaria – spiega il primario Carlo Gianformaggio – che aiutano il chirurgo otorino nella chirurgia del naso e dei seni paranasali, permettendogli ampi margini di sicurezza. Infatti, facendogli vedere direttamente su un monitor i campi chirurgici affrontati durante l’intervento, funziona proprio come un supporto nella navigazione, che gli indica la giusta via”.

Le problematiche del naso e dei seni paranasali, in particolare le sinusiti croniche e le forme diverse di poliposi nasale, sono una patologia sempre più frequente e che sono affrontate con grande competenza dai medici del reparto che ne fanno punto di riferimento per il loro trattamento . Con il potenziamento delle attrezzature –come questo sofisticato navigatore chirurgico – si fornisce un ulteriore strumento per affrontare queste patologie in maniera più moderna e sicura.

“Passa anche attraverso il potenziamento delle attrezzature chirurgiche e tecnologiche – sostiene Il Commissario dell’ ASP di Trapani Giovanni Bavetta – il nostro impegno nel rendere la risposta sanitaria della nostra provincia sempre più moderna, efficace e adeguata alle richieste dell’utente”.

Nella foto l’equipe medica del reparto di Otorinolaringoiatria dell’Ospedale S. Antonio Abate: da sinistra dr. Gianformaggio – dr. Serraino- dr- Patera- dr.Di Felice- dr.ssa Sciandra.

views:
999
ftf_open_type:
kia_subtitle:
“Si tratta di una delle più moderne attrezzature nel campo della tecnologia sanitaria che aiutano il chirurgo otorino nella chirurgia del naso e dei seni paranasali, permettendogli ampi margini di sicurezza”
MarsalaLive