Favignana, finanziati interventi nel settore sportivo e in quello sociale: 90 mila euro

L’Amp dona la Tombola del Mare ai bambini delle Isole Egadi - Il sindaco scrive al Ministro Martina per la quota tonno a Favignana - Sondaggio Prismi, progetto europeo per l'indipendenza energetica

Finanziati interventi nel settore sportivo e in quello sociale per complessivi 90 mila euro

Il Comune di Favignana, grazie allo strumento delle Democrazia partecipata, destinerà il 2 per cento delle somme trasferite nel 2016 al Comune per la realizzazione di azioni di interesse collettivo. Con la delibera adottata nei giorni scorsi dalla Giunta, dopo tante proposte pervenute dalle tre isole, è stato stabilito di destinare la somma di 50 mila euro, per il 50 per cento a interventi nel settore sociale, e per il restante 50 per cento nel settore dello sport, oltre a destinare ulteriori importanti risorse. Nello specifico finanziando con 25 mila euro l’attivazione del progetto di contrasto alla dispersione scolastica denominato “Impariamo con il sorriso”, e ancora 7 mila euro in favore della parrocchia Maria SS di Marettimo, da destinare alla messa in sicurezza del campetto dell’Oratorio parrocchiale, unico punto di riferimento per attività sportive e di aggregazione soprattutto nei mesi estivi, che necessita della sostituzione delle rete di recinzione con i relativi pali di mantenimento e della sostituzione del tappeto sintetico; 8 mila euro per l’acquisto di attrezzature sportive per le isole; 10 mila euro per il rifacimento e completamento del manto su cui sono stati collocati i giochi per i bambini della scuola dell’infanzia di Favignana; 15 mila euro per la manutenzione del campetto sportivo di Favignana e 25 mila euro per l’allestimento di un campetto sportivo nell’isola di Levanzo. La delibera approvata in giunta assegna un badget di 65 mila euro per interventi al settore sportivo.

Lo strumento di democrazia partecipata, grazie all’articolo 6 comma 1 della Legge regionale n. 5 del 2014, prevede per i Comuni l’obbligo di destinare almeno il 2 per cento dei trasferimenti regionali coinvolgendo la cittadinanza per la scelta di azioni di interesse comune, pena la restituzione nell’esercizio finanziario successivo, delle somme non utilizzate secondo tali finalità. La “democrazia partecipativa” consiste, quindi, negli strumenti utili a raccogliere pareri e opinioni che forniscono informazioni stimolando la collaborazione tra cittadini e rappresentanti delle Istituzioni.

“Siamo contenti di essere riusciti a recuperare tali risorse – dice il sindaco Pagoto – . Potremo così avviare manutenzioni ai campetti di Marettimo e Favignana e realizzarne uno a Levanzo. Sono state tante le richieste ricevute dalle tre isole così come più volte richiesto anche dal Consiglio Comunale, ed era importante darvi seguito”.


L’AMP dona la Tombola del Mare ai bambini delle Isole Egadi

In occasione delle festività natalizie quest’anno l’Area Marina Protetta ‘Isole Egadi’ ha deciso di regalare a tutti i bambini delle Egadi la Tombola del Mare, un gioco da tavolo classico ma con il tema caro all’Ente qual è il mare con i suoi abitanti. Giocando e divertendosi, i bambini potranno così imparare a riconoscere le diverse specie di flora e fauna che popolano i nostri mari. Alcune collaboratrici dell’AMP Isole Egadi durante l’ultimo giorno di scuola hanno distribuito gratuitamente a ciascun bambino della scuola dell’infanzia e della scuola primaria una tombola, e nei prossimi giorni la distribuzione avverrà anche a Marettimo e Levanzo.

Anche quest’anno, inoltre, l’Area Marina Protetta Isole Egadi ha realizzato il calendario per l’anno 2018 riportando le immagini di fotografi professionisti e amatoriali che hanno voluto donare alcuni loro scatti rubati alle bellezze dell’Arcipelago. Il calendario è in distribuzione presso gli uffici dell’Area Marina Protetta Isole Egadi.


Il sindaco Pagoto scrive al Ministro Martina per la quota tonno a Favignana

Il sindaco delle Isole Egadi, Giuseppe Pagoto, ha inviato una nota al Ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Maurizio Martina, con la richiesta di un incontro per discutere dell’assegnazione di una quota tonno all’isola di Favignana.

Questo il testo della nota:

“Illustre signor Ministro, grazie ad importanti interventi normativi di cui alla Legge 123 del 3 agosto 2017, art. 16-decise (disposizioni concernenti la ripartizione delle quote aggiuntive di tonno rosso) nonché all’aumento della quota per la pesca del tonno rosso per l’Europa e l’Italia in particolare, prevista nel triennio 2018/2020, nella qualità di sindaco delle Isole Egadi e di presidente dell’Area Marina Protetta, Le chiedo un incontro urgente, al fine di rappresentarLe ogni migliore delucidazione o approfondimento per far sì che la storica Tonnara Fissa di Favignana possa riprendere la propria attività di pesca fin dalla prossima stagione. RingraziandoLa anticipatamente a nome mio e dei miei concittadini, con l’augurio di poterLa incontrare a breve La saluto distintamente”.

Già lo scorso anno il sindaco Pagoto esprimeva fiducia nell’operato del Governo nazionale, che ringraziava non solo per aver confermato la tonnara di Favignana ma anche per averla autorizzata nel 2016 ad operare ai fini turistici. Auspicando che finalmente voglia assegnare la quota, il primo cittadino faceva appello anche al Governo regionale oltre che ai parlamentari nazionali affinché possano sostenere ‎tale richiesta riconsegnando alla Sicilia l’importante opportunità di pescare a mezzo tonnara fissa, lasciata in questo momento solo alla Sardegna.


Sondaggio PRISMI, progetto europeo per l’indipendenza energetica

Partecipa alla transizione delle isole del Mediterraneo verso un sistema energetico rinnovabile. Il progetto europeo PRISMI lancia un sondaggio online focalizzato suibisogni delle comunità locali. Le isole del Mediterraneo, per soddisfare il loro fabbisogno energetico e produrre energia elettrica, dipendono ampiamente dacombustibili fossili importati. Questo determina un pesante fardello sulle spalle delle comunità locali in termini di sicurezza energetica, elevati costi energetici ed inquinamento ambientale. Il progetto europeo PRISMI “Promoting RES Integration for Smart MediterraneanIslands”(https://prismi.interreg-med.eu), finanziato nell’ambito del Programma Interreg MED, punta ad affrontare queste sfide chiave supportando le autorità locali e regionali delle isole del Mediterraneo ad accelerare il loro processo di transizione verso un sistema energetico autonomo, pulito, sicuro e a bassa emissione di carbonio. A tal proposito, il progetto PRISMI ha pubblicato un sondaggio con l’obiettivo di valutare il livello di consapevolezza delle popolazionidelle isole del Mediterraneo riguardo lo sviluppo sostenibile ediidentificare le dinamiche territoriali che incidono sulla transizionedi questi territori verso un sistema energetico rinnovabile.

Con la presente vi invitiamo quindi ad investire qualche minuto del vostro tempo perpartecipare alla nostra indagine e a supportare così il nostro progetto. È possibile accedere al questionario direttamente dal link qui sotto: https://ec.europa.eu/eusurvey/runner/PRISMICommunityInvolvementSurveyItaly

Le informazioni ottenute rimarranno completamente riservate e verranno utilizzate solamente ai fini del progetto PRISMI. Grazie per il tempo dedicato alla nostra indagine e per il prezioso contributo. Per suggerimenti, domande e altre informazioni si prega di contattare il coordinatore del progetto PRISMI: Dr.DavideAstiaso Garcia – davide.astiasogarcia@uniroma1.it

tombola 3

sindaco Pagoto (2)

views:
467
ftf_open_type:
kia_subtitle:
L’Amp dona la Tombola del Mare ai bambini delle Isole Egadi - Il sindaco scrive al Ministro Martina per la quota tonno a Favignana - Sondaggio Prismi, progetto europeo per l'indipendenza energetica
MarsalaLive