Marsala, a fuoco il presepe vivente di contrada Ciancio

"Avevamo lavorato per oltre 3 mesi e tutto è andato in fumo". Sul posto sono intervenuti i Vigili del fuoco di Corso Calatafimi che hanno prontamente spento le fiamme

Marsala – “Per motivi accidentali il presepe vivente non aprirà… Ci scusiamo con i visitatori”. Così ha scritto questo pomeriggio don Giacomo Putaggio sul suo profilo Facebook. Ci siamo meravigliati perché avevamo pubblicato un articolo (leggi qui) sul presepe vivente e avevamo visto alcune foto bellissime di quello che in contrada Ciancio avevano realizzato. Don Giacomo è stato il promotore dell’iniziativa.

In realtà è scoppiato un incendio che ha coinvolto proprio il presepe vivente (all’aperto) allestito nel retro della chiesa di contrada Ciancio. Da una prima indagine si esclude il movente doloso. Sembra che le cause siano da addebitarsi alla fornace allestita all’interno del presepe che fungeva da scenografia. Una scintilla che ha fatto andare a fuoco paglia e sacchi che facevano parte del presepe. La facciata posteriore della chiesa risulta annerita dalle fiamme. Fortunatamente nessuno si è fatto male. A tentare di spegnere l’incendio sono stati i figuranti del presepe vivente con estintore e acqua.

Sul posto sono intervenuti i Vigili del fuoco di corso Calatafimi che hanno prontamente spento le fiamme. “Avevamo lavorato per oltre 3 mesi e tutto è andato in fumo. La delusione e l’amarezza sono davvero grandi”.

Quest’anno Ciancio diventa Betlemme: allestito un bellissimo Presepe Vivente

presepe-vivente-ciancio-marsala-a-fuoco (1)

presepe-vivente-ciancio-marsala-a-fuoco (2)

views:
8596
ftf_open_type:
kia_subtitle:
"Avevamo lavorato per oltre 3 mesi e tutto è andato in fumo". Sul posto sono intervenuti i Vigili del fuoco di Corso Calatafimi che hanno prontamente spento le fiamme
MarsalaLive