Enzo Maggio: “L’Europa rimane una delle cantine più prestigiose della Sicilia”

"Le preoccupazioni che vi sono nel mondo vitivinicolo riguardano tutte le Cantine sociali. Non è possibile che non si riesca più a capire cosa si sta verificando con le vendite..."

Petrosino – Questa organizzazione vuole fare chiarezza rispetto al titolo apparso sulla stampa alcune settimane fa, dal quale emergevano dei problemi sulle anticipazioni date ai soci delle cantine Europa.

Ci dispiace che tavolta appaiono titoli che non sono conformi rispetto alle intenzioni reali di un contenuto. Questa organizzazione è diventata importante e prestigiosa non solo in questa provincia, grazie anche al contributo di idee e della reale collaborazione di tutti i vari consigli di amministrazione, in primis del Presidente Eugenio Galfano.

Per questa organizzazione, le cantine Europa, rimane una delle cantine più prestigiose della Sicilia. Nell’articolo non si evinceva chiaramente che le preoccupazioni che vi sono nel mondo vitivinicolo riguardano tutte le Cantine sociali, se non c’è uno studio davvero oculato potrebbe diventare difficile per tutti una programmazione vera per il settore vitivinicolo. Non è possibile che non si riesca più a capire cosa si sta verificando con le vendite dei terreni, che a sua volta sono solo catastini che partono verso il Nord.

Si invitano i Sindaci, le organizzazionI professionali, i Presidenti delle cantine della Sicilia occidentale con il neo Assessore all’Agricoltura a fare il punto sulla situazione della nostra viticoltura; se siamo sulla giusta rotta o cambiare rotta. Uno studio che dovrà essere fatto subito dopo le elezioni nazionali, con le analisi sulla realtà del mondo vitivinicolo e proposte concrete sul come rilanciare la nostra viticoltura, dando spazio a chi ha creduto; dai nonni ai nostri padri, ai giovani, che oggi si ritrovano con un pugno di mosche nelle mani, senza alcun reddito, neanche quello patrimoniale.

Oggi, una grande parte di quel valore conquistato con i sudori si sta svendendo al Nord, noi ci poniamo questo punto interrogativo, perchè permettere questo? Spero che anche altri possono fare la stessa cosa, essere di più e manifestare una svolta di cambiamento, che non dovrà mai essere di appartenza politica, ma di difesa del territorio.

Enzo Maggio
Responsabile CIA

C.I.A. PETROSINO
Via Pio La Torre 102, Petrosino

views:
1571
ftf_open_type:
kia_subtitle:
"Le preoccupazioni che vi sono nel mondo vitivinicolo riguardano tutte le Cantine sociali. Non è possibile che non si riesca più a capire cosa si sta verificando con le vendite..."
MarsalaLive