Servizio coordinato di controllo del territorio dei Carabinieri: un arresto e due denunce

A finire in manette Massimo Mangiaracina, colto in flagranza di reato da un equipaggio dei Carabinieri mentre rubava una bicicletta ben assicurata con un lucchetto ad un ostacolo fisso

Mazara del Vallo e Campobello – I Carabinieri della Compagnia di Mazara del Vallo hanno svolto, nella giornata del 4 gennaio, un servizio coordinato di controllo del territorio nel centro cittadino, nelle aree periferiche, nel quartiere di Mazara Due e nel comune Campobello di Mazara.

Tale servizio è stato svolto per il contrasto del fenomeno dei reati contro la persona, del patrimonio e l’illecita cessione a terzi di sostanza stupefacente.

Il bilancio è stato di un arresto e 2 denunce. A finire in manette MANGIARACINA Massimo, cinquantenne mazarese, colto in flagranza di reato da un equipaggio dei Carabinieri della Stazione di Mazara Due impegnati in un servizio di perlustrazione mentre rubava una bicicletta ben assicurata con un lucchetto ad un ostacolo fisso. L’atteggiamento guardingo dell’uomo, ha subito incuriosito i militari i quali sono riusciti a cogliere con le mani nel sacco il soggetto.

La refurtiva veniva immediatamente restituita al legittimo proprietario con il consiglio di non lasciare incustoditi ciclomotori e biciclette e, laddove fossero presenti telecamere, parcheggiarli negli spazi coperti da sistemi di videosorveglianza.

I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile di Mazara del Vallo, invece, hanno identificato e denunciato l’autore di un sinistro stradale, avvenuto la notte della vigilia di Natale scorso, nella centralissima Via Carmine.

In quella nottata, un giovane mazarese M.D. 20 enne e neo patentato, impattava su un’altra auto danneggiandola gravemente; Il giovane, rimasto ferito, a seguito degli accertamenti di rito, è risultato positivo al test alcolemico, motivo per cui è stato deferito all’autorità giudiziaria.

A Campobello di Mazara, i Carabinieri della locale Stazione, guidati dal Luogotenente Vincenzo Bonura, in collaborazione con i tecnici verificatori dell’Enel, hanno eseguito controlli finalizzati al contrasto dei reati contro il patrimonio. In quella giornata, infatti, è stato deferito all’autorità giudiziaria D.N. 62 enne di Campobello, per il reato di furto aggravato.

A seguito degli accertamenti, è emerso un allaccio diretto dell’impianto elettrico dell’abitazione con la rete pubblica di distribuzione di energia elettrica sottraendo corrente per diverse migliaia di euro.

views:
756
ftf_open_type:
kia_subtitle:
A finire in manette Massimo Mangiaracina, colto in flagranza di reato da un equipaggio dei Carabinieri mentre rubava una bicicletta ben assicurata con un lucchetto ad un ostacolo fisso
MarsalaLive