Avvelenato un cane e Tre Fontane: la dura condanna del sindaco

Era un meticcio già sterilizzato e microchippato. Il Comandante della Polizia Municipale Panierino ha immediatamente avviato le indagini

Il sindaco Giuseppe Castiglione esprime forte indignazione per il nuovo episodio di uccisione di cani avvenuto ieri sera a Tre Fontane. Dopo il “caso” del cane Spinone, brutalmente impiccato la settimana scorsa in Contrada Erbe Bianche, un’altra bestiola è stata ritrovata morta presumibilmente per avvelenamento, stamattina, nei pressi dell’11esima est, proprio nel centro della frazione turistica. Si tratta di un cane meticcio già sterilizzato e microchippato dal Comune.

L’accaduto è stato segnalato da un cittadino al comandante della Polizia municipale Giuliano Panierino, che attualmente si trova sul posto assieme a un veterinario dell’Asp per stabilire con certezza l’effettiva causa di morte. Oltre ad aver immediatamente avviato le indagini, sporgendo formale denuncia di reato contro ignoti alla Procura della Repubblica di Marsala, il comandante Panierino, oggi stesso, avvierà un’attività di bonifica del territorio, nel tentativo di individuare eventuali altre esche abbandonate a Campobello o nelle frazioni.

Nel tornare ad esprimere ferma condanna per il ripetersi di gesti criminali, che in particolare in quest’ultimo periodo stanno diventando sempre più frequenti nella Valle del Belice e «che non possono trovare spazio in una società che possa definirsi civile», il Sindaco Castiglione invita i cittadini a prestare la massima attenzione, segnalando alla Polizia municipale o alle Forze dell’Ordine eventuali comportamenti sospetti.

views:
550
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Era un meticcio già sterilizzato e microchippato. Il Comandante della Polizia Municipale Panierino ha immediatamente avviato le indagini
MarsalaLive