Che battaglia: battuta Messina, al PalaTreSanti non si passa

La vittoria della Libertas, la terza nelle ultime quattro gare, rilancia ancora le quotazioni del quintetto alcamese ed entusiasma il pubblico, arrivato in massa al...

Era stata definita una gara quasi a eliminazione diretta, una sorta di spareggio in cui il basket diventa una “battaglia”. Così effettivamente è stato e la vittoria della Libertas, la terza nelle ultime quattro gare, rilancia ancora le quotazioni del quintetto alcamese ed entusiasma il pubblico, arrivato in massa al “PalaTreSanti” e fattosi sentire notevolmente nei momenti delicati del match.

Il Basket School Messina è stato quindi abbattuto e raggiunto in classifica. I peloritani, però, sono riusciti ad evitare il ribaltamento della differenza canestri grazie a un ultimo periodo estremamente intenso e gettando sul parquet uno spirito agonistico talvolta esagerato. Ma i ragazzi alcamesi, anche in questo caso, non si sono tirati indietro rendendo “pan per focaccia” e il parquet del “PalaTreSanti” è diventato un “campo di battaglia”. A due minuti dalla fine anche espulsione per Trevisano e Hendrych, falli tecnici alla panchina messinese per un “abbraccio” non molto amoroso fra lo stesso numero 7 alcamese e Cavalieri, esperto cestista ospite che nel gioco duro non si tira certamente indietro.

Alcamo, però, mantiene il vantaggio e nell’emozionante finale ottiene due fondamentali triple del capitano Andrè, monumentale in difesa per tutto l’arco dei 40 minuti. Ma in una partita in cui l’adrenalina è sgorgata a fiumi, sono stati tanti i protagonisti capaci di tenere la Libertas costantemente avanti con un margine oscillante fra gli 8 e i 12 punti.

Parte bene Messina ma per gli ospiti saranno i soli due minuti di vantaggio. Sale quindi in cattedra Calò che indossa le vesti del “diavolo a quattro”. A lui si affianca un Trevisano autore di 6 punti nei primi dieci minuti. Fra primo e secondo periodo si ergono a protagonisti Manuel Bottiglia, che bissa l’ottima prova dell’andata, e i giovanissimi Genovese e Guaiana. I due 2000 segnano, corrono, fanno giocare la squadra. Strepitoso, a fine gara, sarà lo score di Genovese che firmerà un percorso netto: 4/4 da 3 punti e 2/2 nei liberi. Per l’esordiente Guaiana, invece, 7 punti, un paio di assist, palloni recuperati.

Si va al riposo lungo sul 44 – 36 con la buona parentesi di Provenzano e i movimenti in attacco di Manfrè. Nel terzo periodo Alcamo raggiunge un massimo vantaggio di 13 punti e vede la possibilità di ribaltare il – 9 subito a Messina. Il gioco diventa sempre più maschio e nessuno si limita nel mettere le mani, difensivamente parlando, addosso agli avversari. Si caricano di falli Manfrè e Calò da un lato, Cavalieri e Mazzù dall’altro.
L’ultimo quarto parte dal 62 – 51 per gli alcamesi. Messina aumenta ancora la pressione e non consente più ai locali nemmeno di respirare. La battaglia diventa davvero aspra e forse l’arbitraggio consente anche più del lecitoGli ospiti gettano sul parquet tutta la benzina che hanno in corpo e salgono fino a due lunghezze dalla Libertas grazie alle strepitose “triple” di Fatallah. Ma il “PalaTreSanti” si infiamma, prende per mano la squadra e le consente di riprendere quel fiato necessario a centrare l’importantissima vittoria. Alcamo si conferma squadra in grande forma e molto diversa rispetto a qualche tempo fa, Messina ribadisce il suo carattere che spesso l’ha portata a incappare nei provvedimenti del giudice sportivo. Ma il basket non è uno “sport da signorine”, specialmente quando la posta in palio assume il significato classico di “mors tua, vita mea”.Ed ora sotto con il Gravina, sempre ad Alcamo domenica prossima: un’altra “finalissima” da vincere a tutti costi.

Libertas – Basket School 80 – 76 [24 – 17, 44 – 36 (20-19), 62 – 51 (18-15), 80 – 76 (18 – 25)]

ALCAMO: Genovese 14, Bottiglia 8, Calò 12, Trevisano 8, Andrè 10, Guaiana 7, Manfrè 14, Provenzano 2, Amato 5, Agrusa ne, Accardo ne, Farina ne. Allenatore: Vincenzo Ferrara.

MESSINA: Scimone ne, Romeo 6, Squillace 5, Cavalieri 6, Hendrych 12, Mazzù 10, Fatallah 24, Corazzon 11, Cordima, Baldoni 1, Faye ne. Allenatore: Francesco Romeo.

views:
283
ftf_open_type:
kia_subtitle:
La vittoria della Libertas, la terza nelle ultime quattro gare, rilancia ancora le quotazioni del quintetto alcamese ed entusiasma il pubblico, arrivato in massa al...
MarsalaLive