Legambiente si costituisce parte civile nel processo che vede imputato il sindaco di Petrosino

Letizia Pipitone: "Ci siamo costituiti parte civile nel processo che vede imputati Gaspare Giacalone, Marcella Pellegrino, Luca Badalucco ed altri per il reato di discarica abusiva"

riceviamo e pubblichiamo

All’udienza di oggi, innanzi al Giudice Lorenzo Chiaromonte, ci siamo costituiti parte civile nel processo che vede imputati il Sindaco di Petrosino Gaspare Giacalone, la Vice Sindaco Marcella Pellegrino, l’ex assessore ai rifiuti Luca Badalucco ed altri per il reato di discarica abusiva.

Emerge dalle indagini che per nel giugno 2016, per far fronte all’emergenza causata dalla chiusura della discarica di Trapani, furono depositati in maniera incontrollata ed illegale rifiuti di ogni genere, provenienti dalla raccolta cittadina, nell’area del depuratore, trasformata di fatto in una discarica abusiva.

Ciò è accaduto perché nel Comune di Petrosino non si faceva la raccolta differenziata, obbligatoria per legge. Ancora oggi, stando ai dati dell’osservatorio regionale per la raccolta differenziata dei rifiuti, Petrosino si colloca al 152° posto sui 390 comuni, con una percentuale che non raggiunge nemmeno il 30% di differenziata. Una percentuale davvero irrisoria per un Comune che, in anni passati aveva percentuali superiori al 50% e che l’Amministrazione Giacalone, ha propagandato come virtuoso, ecologico e protagonista del cosiddetto bio-distretto.

Avv. Maria Letizia Pipitone
Circolo Legambiente Marsala-Petrosino

views:
859
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Letizia Pipitone: "Ci siamo costituiti parte civile nel processo che vede imputati Gaspare Giacalone, Marcella Pellegrino, Luca Badalucco ed altri per il reato di discarica abusiva"
MarsalaLive