Marsala, raccolta rifiuti: “Più informazione per aumentare la differenziata”

Presentata la nuova campagna di comunicazione ai cittadini - “Maggiore impegno per cementare il senso civico in quei cittadini che si ostinano a non seguire semplici regole”

Marsala – “Occorre anche il convinto sostegno degli Organi di Stampa per la buona riuscita di questa nuova campagna di informazione che, assieme ad Energetikambiente, avvieremo la prossima settimana. È importante sensibilizzare i cittadini ad aumentare la differenziata per pagare di meno. È un dovere di tutti quelli che vivono e operano in questo territorio”. Un accorato appello è quello lanciato oggi dal sindaco Alberto Di Girolamo nel corso dell’incontro con i giornalisti, cui è stata illustrata la nuova attività di comunicazione per una corretta differenziazione dei rifiuti. Lo slogan sarà “Marsala è casa mia. Mi rifiuto di sporcarla” e sarà utilizzato nei canali di comunicazione concordati da Comune e Società che gestisce il servizio di raccolta.

“Occorre un maggiore impegno per cementare il senso civico in quei cittadini che, ancora, si ostinano a non seguire semplici regole – sottolinea il sindaco Di Girolamo; non possiamo vanificare gli sforzi finora compiuti per ridurre notevolmente i costi del servizio e abbassare le tariffe”.

Dati confortanti, questi, su cui si è soffermato il vicesindaco Agostino Licari: “Questa Amministrazione ha ereditato una percentuale di raccolta differenziata del 38,83%. Oggi, grazie ad azioni mirate e alla stragrande maggioranza dei marsalesi, la percentuale è aumentata, chiudendo il 2017 al 54,25%”.

In termini monetari, il minore smaltimento di tonnellate di Rsu si è tradotto in oltre 1 milione e 200 mila euro di risparmio per l’intera collettività. Sul punto, nel corso dell’incontro è stato evidenziato che, attualmente, smaltire una tonnellata di Rsu costa circa 170 euro. Qualora, come si paventa, si dovesse trasportare il rifiuto indifferenziato fuori regione o all’estero (le discariche siciliane sono ormai sature), si prevede un aumento di costo a tonnellata attorno a 100 euro. Da qui l’importanza di differenziare bene e meglio, riducendo al minimo l’Rsu. Un circolo virtuoso su cui è avviata Marsala, sottolineato anche dall’arch. Giovanni Picone – capo area sud Italia di Energetikambiente – che ha avuto altresì parole di apprezzamento per Marsala: “Un’eccellenza regionale questa città, in cui lavoriamo con entusiasmo. Certo, le contrade rispondono meglio del centro urbano, con i condomini che rappresentano ancora una criticità nel sistema di raccolta porta a porta”. L’attività di comunicazione comincerà la prossima settimana con la distribuzione a domicilio dei nuovi calendari, relativi alle diverse aree di raccolta in cui è suddiviso il territorio.

Marsala_differenziata_ A

Marsala_differenziata_C

Marsala_differenziata_E

Marsala_differenziata_F

views:
1220
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Presentata la nuova campagna di comunicazione ai cittadini - “Maggiore impegno per cementare il senso civico in quei cittadini che si ostinano a non seguire semplici regole”
MarsalaLive