Libertas ai play-off da sesta: successo netto anche ad Agrigento

La Libertas ha sempre condotto nel punteggio e anche con un margine oscillante attorno ai 20 punti, ad eccezione di un paio di occasioni nel primo e secondo quarto...

Con la netta vittoria di Agrigento, che corona un girone di ritorno eccellente (7 vittorie e 4 sconfitte) e un rush finale straordinario (una sola battuta d’arresto nelle ultime 6 gare), la Libertas Alcamo centra i play-off promozione al suo primo anno di C Silver. Per di più la squadra di coach Ferrara lo fa conquistando la sesta posizione finale e quindi evitando le due corazzate al primo turno, Catania e Palermo. Gli alcamesi, invece, dovranno vedersela con Ragusa, terza forza del torneo.

Ieri sera sul parquet del “PalaMoncada”, pur non utilizzando il massimo dell’intensità e della concentrazione, la Libertas ha sempre condotto nel punteggio e anche con un margine oscillante attorno ai 20 punti, ad eccezione di un paio di occasioni nel primo e secondo quarto quando la giovane formazione di Giovanatto è arrivata a quattro lunghezze.

C’è davvero poco da raccontare del match contro gli agrigentini e non per mancanza di rispetto del quintetto di casa, squadra giovane e con buoni talenti ma priva del suo perno, Luca Savoca. Chi ha mostrato, fin dai primi minuti, il massimo della concentrazione è stato il capitano Dario Enrique Andrè, autentico baluardo nel pitturato e in grado di tirare giù, in tutta la gara, più di 20 rimbalzi. Eleganti, a tratti strepitosi, gli uno contro uno di Marco Calò capace di ubriacare i difensori avversari mentre continua a crescere “Lollo” Genovese anche in fase di realizzazione. Per il resto è stato ottenuto il massimo dei risultati senza sparare tutte le cartucce in corpo. Sia Alcamo che Agrigento dovevano anche preservarsi in vista della post-season che comincerà già domenica prossima con gara 1 del primo turno di play-off e play-out.

Il risultato di Alcamo, sesto posto finale e play-off, rappresenta davvero il giusto merito per una squadra cresciuta a dismisura nel girone di ritorno e modificata con pochi ma azzeccati interventi. Domenica bisognerà sorbirsi, ancora una volta, la più lunga e pesante trasferta del campionato ma contro Ragusa saranno tante le molle che scatteranno. Innanzitutto l’entusiasmo per il grande risultato ottenuto e poi la precisa volontà di cancellare la più brutta prestazione dell’anno, al “PalaTreSanti”, proprio con gli iblei alla quarta di ritorno.

FORTITUDO (AG) – LIBERTAS 55-75 [12-16, 12-19 (24-35), 14-23 (38-58), 17-17 (55-75)]

AGRIGENTO: Savoca ne, Lo Nigro, Roccaro, Sacco, Abbate, Napoli 12, Cuffaro 10, Magro 15, Grimaldi 2, Carità 6, Trupia 6, Gentile 4. Allenatore: MicheleGiovanatto.

ALCAMO: Genovese 10, Bottiglia, Calò 25, Trevisano 7, Andrè 14, Vallone, Manfrè 9, Provenzano 8, Amato 2, Agrusa. Allenatore: Vincenzo Ferrara.

views:
202
ftf_open_type:
kia_subtitle:
La Libertas ha sempre condotto nel punteggio e anche con un margine oscillante attorno ai 20 punti, ad eccezione di un paio di occasioni nel primo e secondo quarto...
MarsalaLive