Esplosione a Catania, tre le vittime: due sono vigili del fuoco, uno è trapanese

Giorgio Grammatico era un ex calciatore, aveva giocato nel Marsala Bosco - Altri 2 pompieri sono stati ricoverati. L'esplosione si sarebbe verificata al piano terra di una palazzina

Tre vittime, due vigili del fuoco (Giorgio Grammatico di Trapani e Dario Ambiamonte) e il proprietario dello stabile, Giuseppe Longo trovato carbonizzato. E’ il bilancio dell’esplosione che si è verificata in una palazzina a Catania secondo quanto ha confermato anche il sindaco Enzo Bianco. Altri due pompieri sono ricoverati in gravi condizioni all’ospedale Garibaldi.

L’esplosione si sarebbe verificata al piano terra di una palazzina in via Sacchero. Secondo le prime informazioni, la squadra dei vigili del fuoco sarebbe stata chiamata per una fuga di gas e, una volta arrivata in zona, avrebbe tentato di aprire una porta. In quel momento si sarebbe verificata l’esplosione, che avrebbe coinvolto tutta la squadra.

Giorgio Grammatico, una delle tre vittime dell’esplosione, nato il 10 gennaio 1981, era un ex calciatore. Aveva giocato, tra le altre squadre con Valderice e Marsala Bosco. Nato a Trapani, attualmente lavorava a Catania. Con una nota sul proprio sito, la Società Trapani Calcio esprime il proprio cordoglio alla famiglia di Giorgio, cresciuto nelle giovanili granata ed è stato attaccante del Trapani Calcio dal 2000 al 2004 nel campionato di Eccellenza. Era originario di Salinagrande, aveva un bambino di nome Marco.

esplosione palazzina via Sacchero Catania

giorgio-grammatico-

giorgio-grammatico

views:
2261
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Giorgio Grammatico era un ex calciatore, aveva giocato nel Marsala Bosco - Altri 2 pompieri sono stati ricoverati. L'esplosione si sarebbe verificata al piano terra di una palazzina
MarsalaLive