Beni culturali, Gucciardi: “Salemi, testimone di storia, cultura e convivenza”

"Un ddl per il riconoscimento come 'città d’arte'. L’eredità lasciata dalle dominazioni che si sono alternate è inestimabile, per questo la città storica della Valle del Belice, deve essere...”

“La città di Salemi in ragione del suo patrimonio storico, artistico e culturale e dei valori simbolici di cui è testimone deve essere riconosciuta come ‘città d’arte e cultura’”. Lo dice il parlamentare regionale PD Baldo Gucciardi che ha presentato un ddl per il riconoscimento dell’alto valore storico e culturale della cittadina in provincia di Trapani, per altro protagonista del Risorgimento Italiano, essendo stata il 14 maggio del 1860, seppure per un solo giorno, prima capitale dell’Italia unita.

“Salemi, con il suo patrimonio storico, culturale, urbanistico, ambientale e monumentale, – sottolinea Gucciardi – è stata testimone dell’incontro fra le tre grandi religioni monoteiste, la cristiana, l’ebraica e la musulmana. Gli edifici monumentali cristiani, il quartiere ebraico della Giudecca e quello islamico del Rabato, documentano la convivenza nel corso dei secoli delle diverse religioni. L’eredità lasciata dalle dominazioni che si sono alternate è inestimabile, – continua – per questo la città storica della Valle del Belice, deve essere salvaguardata preservando l’identità urbana definita dalla trama edilizia e la particolarità del suo centro storico, anche attraverso un programma contenente gli interventi di salvaguardia del patrimonio storico, urbano e rurale di Salemi”.

views:
310
ftf_open_type:
kia_subtitle:
"Un ddl per il riconoscimento come 'città d’arte'. L’eredità lasciata dalle dominazioni che si sono alternate è inestimabile, per questo la città storica della Valle del Belice, deve essere...”
MarsalaLive