Imprenditore agricolo di 31 anni si uccide: rischiava di vendere azienda per i debiti e…

Padre di un bambino di 2 anni, conduceva l'azienda agricola familiare insieme al padre di 60 anni e la fallimentare stagione agraria non lo lasciava tranquillo

Vittoria – Si è impiccato all’interno del deposito degli attrezzi agricoli della sua azienda in contrada Anguilla, nelle campagne del Vittoriese.

Giovanni Viola, 31 anni, padre di un bambino di 2 anni, conduceva l’azienda agricola familiare insieme al padre Giuseppe di 60 anni e la fallimentare stagione agraria non lo lasciava tranquillo perché difficilmente avrebbe potuto ripianato i debiti. Il padre gli avrebbe prospettato di vendere l’azienda e di andare a lavorare come bracciante giornaliero presso altre aziende per saldare le esposizioni. Una prospettiva che all’imprenditore non piaceva e che lo avrebbe reso molto vulnerabile sul piano psicologico.

Negli ultimi giorni il giovane agricoltore, che era molto depresso, era in cura presso il locale Dipartimento di Salute Mentale.

views:
1320
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Padre di un bambino di 2 anni, conduceva l'azienda agricola familiare insieme al padre di 60 anni e la fallimentare stagione agraria non lo lasciava tranquillo
MarsalaLive