Stile alimentare e la Dieta mediterranea: al via Cibolì con un evento di educazione alla salute

“In particolare, oggi ci rivolgiamo ai bambini, proprio perché chi soffre di obesità infantile o è in sovrappeso, è più esposto in futuro al rischio di malattie. Quindi formare gli educatori che...”

“Occorre un nuovo modo di pensare alla prevenzione primaria attraverso i corretti stili di vita, come nuova frontiera dell’impegno alla salute. Si possono prevenire un terzo delle patologie croniche e degenerative semplicemente non fumando, facendo sport e attività fisica, e seguendo la dieta mediterranea”.

Lo ha detto questa mattina il direttore sanitario dell’ASP di Trapani Salvatore Requirez, nel corso di un incontro con i docenti del territorio nella ex aula consiliare di Palazzo D’Alì a Trapani sul tema “Promuovere un corretto stile alimentare: qualità, sicurezza e tipicità della Dieta Mediterranea”, nell’ambito del Festival sul cibo, cucina, educazione alimentare per bambini “Cibolì”, che si tiene da oggi fino a domenica 15 aprile. Evento che fa parte del “Programma F.E.D.” (Formazione, Educazione, Dieta Mediterranea) dell’assessorato regionale alla Salute, un programma organico di promozione della salute della popolazione, attraverso un’alimentazione che assicuri il miglioramento dello stato complessivo di benessere.

“In particolare, oggi ci rivolgiamo ai bambini – prosegue Requirez – proprio perché chi soffre di obesità infantile o è in sovrappeso, è più esposto in futuro al rischio di malattie. Quindi formare gli educatori che hanno un ruolo fondamentale per inculcare dei sani principi nelle fase evolutiva dei ragazzi, è strategico”.

Nel corso dell’incontro è stato descritto un percorso organico di interventi informativi/formativi nelle scuole, rivolti agli insegnanti di ogni ordine e grado della provincia, e mirato ad uniformare le attività di promozione della salute in materia di educazione alimentare.

“Scuola e ASP insieme nelle problematiche legate all’alimentazione – ha detto Fiorella Palumbo, direttore dell’Ufficio scolastico provinciale – per educare anche allo star bene che passa da una corretta alimentazione e dalla conoscenza della provenienza dei prodotti. Una collaborazione che permette che i docenti siano formati in modo coerente e omogeneo”.

Il FED è volto ad uniformare le attività di promozione della salute in materia di educazione alimentare con riferimento alla Dieta Mediterranea, patrimonio immateriale dell’umanità dell’Unesco, coniugandole con l’acquisizione di buone prassi a partire dalla dieta tradizionale siciliana, attraverso la diffusione di prodotti tipici locali di certificata qualità biologica e a marchio comunitario.

Un esempio di integrazione trasversale che prevede il coinvolgimento diretto dell’ASP, attraverso Francesco Di Gregorio, direttore del Dipartimento di Prevenzione – con il SIAN, il Servizio Igiene degli Alimenti e della Nutrizione diretto da Tommaso Di Bella e le unità operative l’Educazione alla salute e Igiene della nutrizione con i responsabili Giuseppe Valenti e Giorgio Saluto, per la realizzazione di numerose attività riguardanti la promozione di un corretto stile alimentare.

“Si tratta – spiega Di Gregorio – di un modello di rete integrata territoriale che svolge, con servizi e istituzioni, specifiche attività per la promozione della Dieta mediterranea. Collaborando anche con stakeholders che, a vario titolo, sono coinvolti nella programmazione e attuazione di attività e/o progetti nutrizionali nell’ambito delle tematiche relative ad alimentazione e salute”.

Inoltre questa mattina alla Villa Margherita, in collaborazione con il Centro di cultura gastronomica “Nuara” di Trapani, i bambini delle scuole primarie sono stati coinvolti con un festa del cibo dedicata a loro, con giochi, quiz, degustazioni. Così da trasmettere in modo semplice, ludico e divertente la passione, le tecniche e le tradizioni gastronomiche delle cucina mediterranea, favorendo un’adeguata conoscenza delle materie prime. Stimolando la curiosità dei bambini e fornendo un’ottima base di partenza per insegnanti e genitori che desiderano indirizzare i più piccoli in modo ludico verso il tema dell’alimentazione.

Saluto Palumbo Requirez DiGregorio Valenti

Saluto Palumbo Requirez DiGregorio

views:
326
ftf_open_type:
kia_subtitle:
“In particolare, oggi ci rivolgiamo ai bambini, proprio perché chi soffre di obesità infantile o è in sovrappeso, è più esposto in futuro al rischio di malattie. Quindi formare gli educatori che...”
MarsalaLive